Controlli dei carabinieri nel reggino: 2 arresti per vari reati [NOMI e DETTAGLI]

MOLLICA DOMENICONegli ultimi giorni si è sviluppata un’ ulteriore tornata di servizi straordinari di controllo del territorio svolte dai Carabinieri del Gruppo di Locri, attraverso le Compagnie dipendenti di Bianco, Locri e Roccella Jonica nell’ambito del piano denominato “focus ‘ndrangheta”.

Numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri sono state impiegate in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi, elaborata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al fine di contrastare la recrudescenza della fenomenologia criminale. I Carabinieri hanno eseguito controlli, perquisizioni personali e domiciliari, hanno identificato 241 persone a bordo di 113 veicoli in un’attività che si è concretizzata nei punti nevralgici della locride e concentrata in delicate fasce orarie oggetto dell’incremento degli episodi criminali anche secondo un attento monitoraggio georeferenziale.

All’esito dei mirati servizi:

-        i Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina hanno tratto in arresto FAZZALARI Giuseppe, 35enne del posto, già noto alle FF.OO., in quanto destinatario di un provvedimento di revoca del decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri. Il medesimo, riconosciuto colpevole di truffa aggravata, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Locri dove dovrà scontare la pena di 7 mesi di reclusione;

FAZZALARI GIUSEPPE-        i Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio hanno:

  • tratto in arresto MOLLICA Domenico, 54enne del luogo, già noto alle FF.OO., in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri. L’uomo, riconosciuto definitivamente colpevole del reato continuato di ricettazione e detenzione abusiva di armi, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Locri dove dovrà scontare una pena di 3 anni e 7 mesi di reclusione;
  • denunciato, unitamente a personale del NOE di Reggio Calabria, un 34enne di Ardore, titolare di una ditta di autoricambi, per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e ricettazione. Lo stesso avrebbe effettuato demolizioni di auto senza la prescritta autorizzazione. Durante il controllo è stata rinvenuta altresì un’autovettura oggetto di furto. L’intera area, del valore di oltre 100.000 €uro, è stata sottoposta a sequestro;

Infine:

-        i Carabinieri della Stazione di Siderno hanno segnalato alla competente Prefettura un 26enne di Locri per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti. Lo stesso, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un involucro contenente 2 grammi di marijuana, che è stata sottoposta a sequestro;

-        i Carabinieri della Stazione di Locri hanno segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria, per gli stessi motivi, un 36enne del posto poiché, durante una perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un grammo di marijuana. La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sottoposta a sequestro.