Cerimonia di consegna degli encomi e degli apprezzamenti alla Polizia Provinciale e al Servizio Vigilanza LIPU

a_1Una solenne ed emozionante cerimonia pubblica quella andata in scena nel salone degli specchi del prestigioso e antico palazzo del Governo di Piazza XV marzo – sede della Provincia di Cosenza. Alla presenza delle autorità, ha aperto la cerimonia il Presidente Avv. Graziano Di Natale, che ha poi subito dato il benvenuto al Presidente nazionale della L.I.P.U. (Lega Italiana Protezione Uccelli) Fulvio Mamone Capria, giunto appositamente da Roma per onorare il grande e prezioso lavoro svolto dalla Polizia Provinciale in provincia nonché dare merito anche agli agenti del Servizio Nazionale Vigilanza Ambientale – LIPU del Nucleo operativo di Cosenza. Dopo i saluti del Coordinatore dei servizi della Polizia Provinciale, Sostituto commissario Maria Antonietta Pignataro, anche in rappresentanza del Dirigente Antonella Gentile, assente per motivi personali, si è passati al conferimento dei meritatissimi riconoscimenti. I primi ad essere chiamati al tavolo di presidenza, gli agenti della Polizia Provinciale in servizio al Distaccamento di San Giovanni in Fiore, meritevoli di ben due encomi, uno solenne del Presidente nazionale della L.I.P.U. e uno ai sensi del regolamento del Corpo, riconosciuto da parte del Presidente della Provincia di Cosenza. I tre encomi solenni, sono andati agli agenti del Distaccamento di San Giovanni in Fiore, Mancina Giovanni, Congi Gianluca e Emanuele Scalzo con la seguente motivazione: “per le innumerevoli e articolate operazioni antibracconaggio, di tutela dell’ambiente e degli animali, portate avanti su tutto il territorio provinciale di Cosenza con spirito di abnegazione non comune, elevata professionalità e sprezzo del pericolo in virtù della complessità dei vari fenomeni delittuosi perseguiti con brillante successo durante l’anno 2016. Chiaro esempio di personalità dotata di notevole capacità operativa all’interno del panorama dei corpi di Polizia Provinciale in Italia”. Alle stesse unità della Polizia Provinciale, Congi, Mancina e Scalzo è andato l’altro Encomio ai sensi del Regolamento del Corpo di Polizia Provinciale di Cosenza, ”per l’attività, la diligenza in servizio e, segnatamente per le numerose e brillanti azioni di merito, portate avanti con dedizione e competenza […] Ai tre poliziotti provinciali, riconosciute le innumerevoli operazioni di polizia giudiziaria svolte in particolare tra i mesi di settembre e dicembre 2016, con l’individuazione dei presunti responsabili di reati ambientali, di bracconaggio e contro gli animali anche di particolare gravità. Due delle tre unità della Polizia Provinciale, Mancina e Congi, sempre nel 2016, tra le tante e variegate azioni svolte sul territorio, degne di menzione venivano eseguivano anche il sequestro di una piantagione di Marijuana nel cuore della Sila e diversi sequestri effettuati per reati ambientali inerenti l’inquinamento ambientale del territorio, con la denuncia dei responsabili. Encomio del Presidente della LIPU, al dott. Domenico Laratta e all’agente Curia Francesco, il primo coordinatore del Servizio Nazionale Vigilanza Ambientale Ittica Venatoria della LIPU, con la seguente motivazione: “per aver partecipato attivamente e con spiccata preparazione operativa a due distinte e brillanti operazioni antibracconaggio della Polizia Provinciale – Distacc. dei San Giovanni in Fiore all’interno del Parco Nazionale della Sila […]. Riconosciuto inoltre al Coordinatore dott. Laratta, ”il grande impegno e la non comune motivazione nel portare avanti importanti e delicate azioni a tutela della fauna selvatica e dell’ambiente del territorio della Sila per nome e per conto del Servizio di Vigilanza LIPU”. Importanti apprezzamenti del Presidente Fulvio Mamone Capria al Presidente f.f. della Provincia avv. Graziano Di Natale, alla Dirigente Antonella Gentile e al Sostituto Commissario della Polizia Provinciale Maria Antonietta Pignataro, ognuno per la rispettiva competenza, fautori dell’importante e prezioso lavoro della Polizia Provinciale sul territorio di uno dei più vasti e complessi territori provinciali del Paese. La Polizia Provinciale di Cosenza, nonostante le riforme confuse in materia di polizie provinciali, nell’anno appena trascorso si è notevolmente distinta nel panorama dei corpi e servizi di Polizia Provinciale in Italia, con il reparto di San Giovanni in Fiore, tra i più operativi e da qui, i meritatissimi encomi ai professionisti in servizio presso questo distaccamento. La giornata è stata dedicata al Magistrato Maurizio Santoloci, scomparso soltanto pochi giorni fa ad Amelia (Terni), grande maestro di diritto ambientale e tecniche di polizia giudiziaria applicate ai reati ambientali e contro gli animali, nel tempo, docente in diversi corsi anche per la Polizia Provinciale di Cosenza.