Calcio: revocato il DASPO al Presidente Onorario del Bocale Filippo Cogliandro

questura reggioIl Questore di Reggio Calabria in accoglimento dell’istanza presentata dall’avvocato Marco Tullio Martino ha revocato il DASPO di 5 anni che era stato inflitto al presidente onorario del Bocale calcio Filippo Cogliandro. La misura, che prevedeva anche l’obbligo di firma 15 minuti prima dell’inizio il primo tempo e 15 minuti prima dell’inizio del secondo tempo, era in esecuzione da oltre un anno. Il provvedimento di revoca è scaturito in accoglimento di una articolata istanza nel corso della quale si è dato atto di come dall’irrogazione della misura il Cogliandro si fosse reso attivo protagonista di tutta una serie di iniziative nel sociale – anche a livello nazionale – che lo avevano reso protagonista in positivo di un impegno concreto nel campo del volontariato. In particolare nel corpo dello stesso provvedimento si è dato atto di come il Cogliandro fosse meritevole della revoca perché concretamente profusosi in tutta una serie di iniziative di solidarietà a scopo benefico, quali “il gemellaggio con l’ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo, la raccolta fondi per un bimbo tetraplegico, la sponsorizzazione per migranti in difficoltà”. Enorme la soddisfazione del Presidente Cogliandro che ha voluto pubblicamente ringraziare il Questore ed i dirigenti e l’avvocato interessati della istruttoria che hanno saputo cogliere e coltivare il valore dell’impegno e della concreta resipiscenza manifestata in questi anni. Cogliandro dopo la notizia sentenza favorevole, ha contattato telefonicamente il calciatore Seck, al Sambiase all’epoca dei fatti e protagonista dello spiacevole episodio che portò alla sentenza di condanna oggi revocata.