Barcellona P.G., il punto sulle previsioni di entrata da accertamenti dei tributi comunali

comune barcellona pg“Si è diffusa in questi ultimi giorni la solita stucchevole discussione ad opera degli esperti di turno intorno all’esatta dimensione delle previsioni di entrata per l’esercizio 2016 derivanti da accertamenti dei tributi comunali. Secondo questi “esperti” l’entrata effettiva sarebbe inferiore a quella prevista, giacché a fronte di un importo complessivo di € 3.089.500,11 indicato nella determinazione dirigenziale n. 3272/2016 è stata accertata in bilancio “soltanto” la somma di € 2.064.447,44. Ebbene, nulla di più sbagliato! Il fatto è, semplicemente, che la determinazione dirigenziale 3272/2016 dà atto dell’importo complessivo comunicato dalla Società affidataria degli accertamenti d’imposta emessi, comprensivo di sanzioni ed interessi, mentre l’accertamento nel bilancio 2016 avviene per la sola imposta, in conformità ai principi contabili di cui al D.Lgs. n. 118/2011. Sanzioni ed interessi, pari ad € 1.856.707,34, saranno imputati “per cassa”, cioè al momento dell’effettivo incasso, nell’esercizio in cui saranno riscossi, in conformità all’Allegato 4.2 del D.Lgs. n. 118/2011. Va da sé che la somma degli importi indicati (2.064.447,44 + 1.856.707,34) è pari ad € 3.921.154,78, dunque è financo superiore ai 3.089.500,11 di euro originariamente previsti dalla determinazione 3272/2016 – con buona pace degli “esperti” – e risulta dalle più recenti comunicazioni della Società affidataria, anch’esse recepite in provvedimenti formali (determinazione n. 13/2017). Nessun errore o mistero, dunque, ma soltanto la corretta applicazione dei principi di bilancio! Ricordo, infine, che, sebbene giudichi la lotta all’evasione il più potente strumento di equità fiscale, comunque non è stata questa Amministrazione a dare incarico alla Società che gestisce il servizio, fermo restando che l’Ufficio Tributi è costantemente sollecitato a vigilare sull’esatta applicazione delle norme sanzionatorie e a fornire la massima assistenza ai cittadini“. E’ quanto afferma in una nota il sindaco Matera.