Arresto Procuratore Aosta: venerdì interrogato davanti al gip

LongariniSaranno interrogati venerdi’ prossimo 3 febbraio dal gip di Milano, Giusy Barbara, il Procuratore capo facente funzione della Repubblica di Aosta Pasquale Longarini e l’imprenditore titolare del ‘Caseificio Valdostano’, da ieri agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta coordinata dal pm milanese Roberto Pellicano e dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti. Secondo l’ipotesi della Procura Longarini, accusato di indebita induzione e favoreggiamento, avrebbe costretto un albergatore, sotto indagine ad Aosta, a rifornirsi dei prodotti venduti da Cuomo (si parla di un acquisto del valore di circa 70mila euro) in cambio di un ‘ritocco’ del capo di imputazione. Inoltre avrebbe informato anche l’imprenditore-amico che la Dda di Torino in un’ inchiesta sulla ‘ndrangheta stava anche indagando su di lui e lo stava intercettando, favore per il quale si sarebbe visto pagare un viaggio in Marocco.