Allerta Meteo, violento ciclone al Sud: attenzione in Sicilia e Calabria

Allerta Meteo, violento ciclone flagella la Sardegna: allarme anche in Calabria e Sicilia. La situazione in tempo reale e le previsioni per le prossime ore

allerta-meteo-ciclone-698x420Allerta Meteo- L’atteso violento ciclone Afro/Mediterraneo è già arrivato stamattina al Sud Italia: posizionato a Sud/Ovest della Sardegna, profondo 1005hPa sta già provocando forte maltempo sull’isola sarda dove sono già caduti 57mm di pioggia a Sadali, 43mm a Seui, 36mm a Desulo e Villanovatulo, 27mm a Sinnai, 24mm a Iglesias, 21mm a Chia, 20mm a Carbonia, 18mm a Arbus e Ovodda, 14mm a Fonni. Il forte vento di scirocco ha raggiunto 101km/h a San Gavino Monreale, 87km/h a Capo Bellavista, 83km/h a Cagliari, 79km/h a Quartucciu, 71km/h a Decimoputzu.

Una situazione che sta creando non pochi disagi soprattutto a Cagliari, in città. Decine le chiamate alla centrale operativa della Polizia municipale e a quella dei Vigili del fuco per richieste di intervento per pali, cornicioni, rami e alberi pericolanti. Decine di cassonetti dei rifiuti sono stati spinti in mezzo alla carreggiata dalla forza del vento. Mareggiata al Poetto. Particolari disagi alla viabilita’ in viale Diaz, per un albero caduto. Strada chiusa e traffico in tilt per un’ora. Discorso analogo in via Piovella, via Dante e via Liguria. Un palo dell’illuminazione e’ caduto in via Castiglione. Sono gia’ al lavoro tutte le squadre disponibili del verde pubblico e le pattuglie della Polizia municipale. Il Comune di Cagliari, vista la situazione, ha ordinato la chiusura di parchi e cimiteri cittadini. Problemi anche nei collegamenti. Il traghetto Bithia proveniente da Civitavecchia non ha fatto scalo nel porto di Arbatax, come previsto, a causa delle condizione meteo avverse, ed e’ arrivato direttamente in porto a Cagliari Una forte mareggiata sta inoltre colpendo la spiaggia del Poetto. L’arenile è in parte invaso dall’acqua mentre il forte vento di scirocco non da’ tregua. Il picco massimo e’ previsto tra le 13 e la 14 quando ci attendiamo le raffiche più violente, di oltre 110km/h. Alcuni bar e ristoranti sul litorale di Cagliari e Quartu Sant’Elena sono sferzati dalla violenta sciroccata, sotto la pioggia battente e colpiti dalle risacca delle onde del mare in burrasca. L’allagamento della spiaggia del Poetto e’ un fenomeno abbastanza frequente, in caso di mareggiate, ma oggi si teme possa causare danni alle strutture sul litorale a causa del fortissimo vento.

Due persone, disperse dalla tarda serata di ieri a causa del Maltempo in Sardegna, sono state salvate all’alba a Cala Luna, nel territorio di Baunei, sulla costa orientale dell’isola. I due erano rimasti bloccati dalla neve. I vigili del fuoco sono stati allertati intorno alle 21. Subito sul posto e’ arrivata una squadra di Tortoli’, con un’unita’ cinofila. Difficili le operazioni di recupero dei due dispersi, viste le condizioni climatiche e i luoghi impervi. Operazioni che si sono concluse con successo intorno alle 5 di stamattina. Le due persone sono state trovate infreddolite, ma in buone condizioni di salute. Uno dei due dispersi salvati durante la notte nel territorio di Baunei, e’ socio del ristorante Cala Luna, ed e’ stato recuperato da 12 uomini del Soccorso Alpino. L’uomo, 31 anni, aveva un principio di ipotermia ma le sue condizioni erano buone. Nel tardo pomeriggio di ieri, dopo aver finito il proprio turno di lavoro, aveva lasciato il locale, che si trova a pochi metri dalla spiaggia, per dirigersi verso Baunei. Risalendo con un quad sulla sterrata sopra il villaggio di Bidunie, a causa della neve alta, ha dovuto abbandonare il mezzo e proseguire a piedi, ma viste le condizioni proibitive del tempo, e’ stato costretto ad inviare un messaggio agli amici con la richiesta di aiuto. Subito dopo l’intervento degli uomini del Soccorso Alpino. L’inizio delle ricerche e’ stato difficoltoso con i mezzi a terra. Le squadre hanno cosi’ proseguito a piedi e sono riuscite a recuperare il disperso. Alle ricerche hanno preso parte anche i volontari e amici del paese, i vigili del fuoco e il personale del Corpo Forestale. Nelle prossime ore il maltempo si intensificherà su tutta la Regione con piogge torrenziali e neve in rapido scioglimento. C’è grande preoccupazione per le piene dei corsi d’acqua soprattutto nel nuorese, dove si temono inondazioni e straripamenti. Anche in Sicilia e nel Canale di Sicilia lo scirocco è impetuoso con raffiche che hanno toccato i 98km/h a Pantelleria, gli 81km/h a Trapani e Lampedusa, i 72km/h a Linosa.

Le temperature sono in rapido aumento in tutto il Centro/Sud dopo il grande gelo dei giorni scorsi. Lo scirocco sta facendo impennare la colonnina di mercurio soprattutto in Sicilia dove abbiamo +18°C a Siracusa e Linosa, +17°C a Palermo, Trapani, Barcellona Pozzo di Gotto, Marsala, Partinico e Termini Imerse, +16°C a Catania, Messina, Bagheria, Vittoria, Castellammare del Golfo, Misilmeri, Mazara del Vallo, Gela, Licata, Comiso e Cefalù. Nonostante il maltempo, clima mite anche in Sardegna con +15°C a Cagliari, Capoterra, Quartu Sant’Elena e Oristano, +14°C a Sassari, Porto Torres e Carbonia.

Clima decisamente mite anche in Calabria, con forti venti di scirocco: abbiamo +16°C a Reggio Calabria, Scilla, Ricadi, Rosarno e Feroleto della Chiesa, +15°C a Gioia Tauro, Bovalino e Belvedere Marittimo. Lo scirocco sta facendo aumentare sensibilmente le temperature anche in Campania, con +17°C a Positano, +16°C a Cetara, Paestum e San Marco di Castellabate, +14°C a Procida, Battipaglia, Sarno, Capaccio e Meta di Sorrento, +13°C a Napoli, Pomigliano d’Arco, Altavilla Silentina, Vico Equense e Ischia. Per la popolazione meridionale che ha vissuto quasi tre settimane di grande gelo, è un ritorno alla normalità.

Situazione completamente differente invece al Nord dove continua a fare molto freddo, con temperature minime che stamattina hanno toccato i -9°C in varie località della pianura Padana, con fenomeni tipicamente invernali come la galaverna. Nonostante non ci siano state fin qui grandi nevicate (ma comunque diversi episodi di neve in pianura tra Dicembre e Gennaio), anche il Nord sta vivendo una stagione invernale decisamente fredda. Questo ciclone lambirà soltanto il settentrione, provocando qualche debole nevicata tra basso Piemonte, entroterra ligure e zone appenniniche dell’Emilia Romagna, ma i fenomeni più violenti saranno concentrati al Centro/Sud dove tra oggi, domani e Lunedì 23 Gennaio avremo maltempo estremo, piogge torrenziali e violenti temporali. Massima allerta tra Sicilia e Calabria, specie nei settori jonici delle due Regioni dove pioverà tantissimo. In modo particolare la Calabria Lunedì 23 sarà colpita da piogge alluvionali, ed è alto il rischio di eventi estremi. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: