Aeroporto dello Stretto, Nicolo (Fi): “non siamo pronti a subire l’ennesimo colpo al cuore”

Per Nicolo (Fi) la situazione dell’Aeroporto dello Stretto, a Reggio Calabria, sta degenerando e nessuno è pronto a subire l’ennesimo colpo al cuore

aeroporto-dello-stretto“La preannunciata decisione dell’Alitalia di abbandonare lo scalo reggino, crea forti preoccupazioni, oltre ai grandi disagi in un segmento strategico quale quello dei trasporti,  per lo sviluppo e la crescita del territorio reggino. Peraltro, aggrava ulteriormente le condizioni di isolamento della città metropolitana di Reggio Calabria che si trova in una posizione geografica certamente non favorevole per quanto concerne i processi di raccordo sia all’interno del nostro paese che dell’Europa. In merito all’argomento di specie abbiamo scritto tanto e discusso molto, sia in Consiglio Regionale che nei vari dibattiti. Tuttavia abbiamo avuto sempre  forti rassicurazioni sin dall’inizio di questa legislatura dal Presidente Oliverio, il quale in più’ interventi ha garantito un impegno strategico per il decollo dello scalo reggino, ma di ciò ancora non si intravede alcuna traccia, anzi incombe sempre di più il pericolo di morte del Tito Minniti. Comunque si resta in attesa che in merito a questa angosciosa vicenda che riguarda Alitalia e l’aeroporto di Reggio che il Presidente Oliverio faccia sentire con forza la sua voce e intervenendo con immediatezza presso il Presidente del Consiglio Gentiloni, considerato pure che, alla chiusura della campagna Referendaria, fu proprio Renzi  al Teatro Cilea di Reggio Calabria  a dare rassicurazioni e garanzie su un impegno del Governo nazionale in merito all’aeroporto metropolitano. Non siamo disponibili a subire l’ennesimo colpo che stavolta sarebbe al cuore e dunque mortale per questioni sociali, professionali ed economiche che metterebbero in ginocchio la città di Reggio Calabria ed il suo hinterland” conclude Nicolò.