Adelaide, Australia: l’omaggio alla Calabria di una comunità integrata ormai da decenni, ma che mantiene intatte le tradizioni [GALLERY]

Il 22 gennaio ad Adelaide si sono svolte le celebrazioni per il 25° anniversario della festa di Sant’Eufemia V.M, sul posto anche una delegazione partita da Sant’Eufemia d’Aspromonte

sant'eufemia6Il 22 gennaio si è svolta ad Adelaide una giornata memorabile per la comunità eufemiese residente nella città australiana: il 25° anniversario della festa di Sant’Eufemia V.M. Sul posto, anche una delegazione partita da Sant’Eufemia d’Aspromonte per partecipare alle celebrazioni, tra cui il sindaco Domenico Creazzo e il parroco Don Marco. ”Tutti i fedeli – si legge in una nota sulla pagina Facebook del comune - hanno partecipato alla processione e alla Santa Messa celebrata dal nostro parroco Don Marco e da Padre Paolo Civardi, sacerdote presso la Chiesa del Sacro Cuore di Churles Sturt. Nel mio saluto – sottolinea Creazzo - ho voluto ringraziare la comunità eufemiese di Adelaide per due ragioni. Innanzitutto perché ha reso onore a Sant’Eufemia d’Aspromonte e alla Calabria intera, poiché con i tanti sacrifici e il duro lavoro ha contribuito ad accrescere il Paese che l’ha ospitata. E poi perché ha continuato a rivivere le nostre tradizioni e ha mantenuto saldi i valori che la nostra Santa Protettrice rappresenta, fortificando il senso di appartenenza alla nostra terra. Infine, in sintonia con le parole espresse dal sindaco di Churles Sturt, Angela Evans, ho lanciato un messaggio di speranza affinché tutto questo possa continuare. Il gemellaggio che abbiamo siglato tre anni fa è stato soltanto l’inizio di un percorso che dovrà compiersi congiuntamente e in piena sinergia tra la nostra comunità e quella eufemiese che vive ad Adelaide“.

I festeggiamenti sono proseguiti dunque per un’intera giornata, e in conclusione si è svolta la tradizionale “entrata” della Santa attraverso un percorso di fuochi d’artificio, proprio come accade il 16 settembre di ogni anno nel paese aspromontano, “permettendo anche solo per un giorno che il cuore degli eufemiesi in Australia potesse sentirsi ancora più vicino alla loro amata Sant’Eufemia d’Aspromonte“. Alle celebrazioni hanno preso parte circa 4000 persone. «Noi vogliamo portare avanti il lavoro svolto in questi 25 anni per molto altro tempo ancora – ha dichiarato il presidente del Comitato Vince Condina -. E per far questo dobbiamo poter contare sull’appoggio dei nostri giovani. Ce ne sono tanti, volenterosi e pronti a darci una mano. Il nostro compito è quello di coinvolgerli nella devozione per Sant’Eufemia». Don Marco, parroco di Sant’Eufemia dal mese di agosto, alla sua prima esperienza in Australia, ha detto: «Mi ha colpito come, anche a distanza dalla propria terra d’origine, la comunità eufemiese di Adelaide mantiene intatta la devozione verso la nostra Santa Protettrice».

Dopo il gemellaggio siglato nel gennaio del 2014 tra il comune di Sant’Eufemia d’Aspromonte e quello di Churles Sturt in Adelaide – fa sapere ancora il sindaco attraverso la pagina istituzionale -, la comunità eufemiese australiana ci accoglie nuovamente per celebrare insieme il 25° anniversario della festa di Sant’Eufemia V.M. L’emozione si rinnova, esattamente come tre anni fa. E questa volta la condividiamo insieme al nostro parroco Don Marco che, richiamando l’esempio e la testimonianza di fede della nostra Santa Patrona, dovrà far emergere soprattutto l’aspetto spirituale dell’evento“. La delegazione eufemiese, oltre a partecipare alle celebrazioni per la Santa Patrona, ha preso parte anche ad altri incontri ufficiali, tra cui la visita al Parlamento del Sud Australia ad Adelaide, durante la quale hanno incontrato il deputato Vincent Tarzia. L’obbiettivo dell’incontro, peraltro già discusso nel corso di un precedente incontro, al termine della festa con il sindaco Angela Evans, è stato quello di creare dei legami ancora più forti tra le due comunità, ormai gemellate da tempo.