Reggio Calabria, Sul: “ancora nessuna notizia sulla ditta che si è aggiudicata l’appalto delle mense scolastiche”

A Reggio Calabria non si ha ancora nessuna notizia sulla ditta che si è aggiudicata l’appalto delle mense scolastiche

mense scolasticheA distanza di più di una settimana dall’apertura delle buste per l’appalto delle mense scolastiche del Comune di Reggio Calabria ancora non abbiamo notizia della assegnazione alla ditta aggiudicataria. Notizie attendibili parlano di una sola azienda che ha presentato l’offerta. Ci saremmo aspettati una maggiore attenzione delle aziende, soprattutto di quelle locali, verso un appalto che, dal prossimo anno scolastico e per un triennio, destina la somma rilevante di 2 milioni e 8800mila euro. Tuttavia, ci troviamo a fare i conti con la realtà dei fatti. Ma esprimiamo perplessità sulle quali vorremmo risposte:

1. si farà in tempo a rispettare la volontà pubblicamente espressa, e sancita nel bando, dall’Amministrazione Comunale di far partire i servizi di mensa nella seconda decade di gennaio?;

2. l’azienda subentrante ha l’obbligo contrattuale e di legge, oltre che per una norma vincolante dell’appalto, di riprendere tutti i dipendenti già in forze alla precedente azienda alle medesime condizioni economiche e professionali. Ce la farà ad organizzarsi per tempo, atteso che il periodo di festa non aiuta?

3. con l’azienda subentrante probabilmente occorrerà qualche giorno per un confronto con i sindacati rappresentativi dei dipendenti da assumere per discutere di questioni organizzative (dislocazione degli addetti per scuola, chiarimenti su ruoli e funzioni non pienamente esplicitati dall’attribuzione della qualifica, ecc…). Se si continua a ritardare la consegna dell’appalto non si creeranno difficoltà, almeno nella fase iniziale, in un contratto dalla breve durata di circa 4 mesi e mezzo?

Il SUL, cui hanno aderito numerosi addetti alle mense, ed il Coordinamento dei Dipendenti delle Mense Comunali vogliono agevolare la ripresa del servizio, utile per tante famiglie reggine che ne hanno avvertito la mancanza, ed il rientro al lavoro di dipendenti cui è scaduto, o sta per scadere, il beneficio dell’indennità di disoccupazione. Siamo pronti ad un confronto per dare un fattivo contributo. Chiediamo al Sindaco ed all’Assessore all’Istruzione di voler convocare sindacati e azienda aggiudicataria per rendere possibile, spedito ed efficiente il ripristino di un servizio essenziale”, concludono.