Reggio Calabria, presentata la nuova giunta. Un lettore a StrettoWeb: “è una minestra riscaldata”

falcomatàDi seguito la lettera di un lettore di StrettoWeb, F. D’Amato, sulla nuova giunta Falcomatà:

“Il discorso del Sindaco per la presentazione della nuova Giunta è stata una catena di metafore su metafore, con spunti di autocritica  “umanizzare la politica” “parlare ai cittadini delle periferie e stare a contatto con la gente”. Nessuna analisi seria sugli obiettivi raggiunti nella prima fase (come l’ha chiamata lo stesso primo cittadino), dove di positivo c’è stata ad es. solo l’avvio della raccolta differenziata ma per il resto stiamo a zero. Nessun cenno su quelli nuovi da dover raggiungere. Un rimpasto in salsa rosa alla vigilia di natale con new-entry donne che non si sa che tipo di contributo e valore aggiunto possano apportare (visto il curriculum). Ci saremmo aspettati, da cittadini attenti alle vicissitudini del governo della città, una disamina puntuale e severa del programma con cui Falcomatà due anni e mezzo fa si presentò alle elezioni, ma la delusione é tanta. Perchè è stata l’ennesima narrazione (in stile renziano) che non va al cuore dei problemi, ma forse colpisce il cuore di qualche ammiratrice/ammiratore personale del Sindaco stesso di cui è affollato il suo profilo Facebook. Mai una parola, un cenno ai grandi traguardi da raggiungere per lo sviluppo della città: Aeroporto e Porto. Ci saremmo aspettati deleghe speciali date a persone competenti su questi temi cruciali per l’apertura magari di tavoli tecnici e task-force volte alla risoluzione delle problematiche. Invece nulla. Si conferma la Marcianò ma non si conferiscono deleghe “pesanti” e di spessore che l’avrebbero fatta lavorare di più e meglio (come il Pon Metro o il Decreto Reggio)..nulla di tutto questo. Una minestra riscaldata alla città questa nuova Giunta Falcomatà alla vigilia di Natale”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...