Reggio Calabria: oggi l’Avis di Pellaro compie 30 anni

Oggi l’Avis di Pellaro, a Reggio Calabria, compie 30 anni

donazione-sangueIl 21 febbraio del 1987 un gruppo di pellaresi nel salone delle Suore Salesiane Oblate del Sacro Cuore in via Longitudinale, alla presenza dei compianti Prof. Domenico Comi e il Rag. Vincenzo Romeo, sottoscrivevano l’Atto Costitutivo della sezione AVIS di Pellaro. Da quel giorno partiva la meravigliosa carovana di solidarietà che ha aggregato in 30 anni tantissimi cittadini con la donazione di migliaia di sacche di sangue per tanti sofferenti. Sono stati 30 anni di impegno assiduo che ha visto la presenza a Pellaro di tante iniziative nel mondo della scuola, dello sport, della prevenzione delle malattie e nella diffusione di buone prassi di educazione civica. Attorno alla sezione AVIS si è formata una generazione di giovani che hanno colto anche altri aspetti della solidarietà sociale, quale la donazione degli organi con il gruppo AIDO e la donazione del cordone ombelicale con il gruppo GADCO. Oggi le raccolte avvengono mensilmente e si raggiunge una media di 300 unità all’anno con la presenza attiva di 200 soci soprattutto nella fascia di età 18-35, segno palpabile di un continuo ingresso di giovani donatori che garantiscono, oltre alle raccolte con l’autoemoteca, la partecipazione all’attività trasfusionale con plasmaferesi e emoaferesi presso il servizio trasfusionale dell’Ospedale Metropolitano.

Come ogni compleanno, anche il trentesimo di Pellaro sarà adeguatamente festeggiato nel 2017, già a partire dal 21 febbraio con l’Assemblea Ordinaria per il rinnovo delle cariche sociali, un convegno di Educatori Sanitari dedicato alla Cardiochirurgia con la partecipazione del Prof. Pasquale Fratto, nuovo Direttore del U.O. di Cardiochirurgia di Reggio Calabria e la Rassegna teatrale inserita anche nei 90 anni dell’AVIS Nazionale. La Presidente dell’AVIS di Pellaro A. Mafrica afferma: “Sono orgogliosa di rappresentare questa Associazione che è un esempio di civiltà a servizio dei deboli e dei sofferenti e che potrà ancora fare tanto per salvaguardare il benessere di tanti giovani contro ogni logica consumistica ed egoistica”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...