Reggio Calabria: IdV sollecita il sindaco di chiudere la crisi di giunta

palazzo san giorgio (1)“Dopo 50 giorni dall’apertura della crisi di Giunta, aperta dal sindaco Giuseppe Falcomatà per dare impulso alla sua squadra di governo cittadino, IdV. Chiede una sua rapida soluzione.  Questo inspiegabile  ritardo ha solo causato un insopportabile immobilismo che la città, penultima per vivibilità, male ha già sopportato. Passata ogni misura di tempo e di logica, IdV, soggerisce in termini costruttivi e collaborativi al sindaco di Reggio Calabria di guardare con più attenzione alle periferie ormai abbandonate a se stesse  nominando sia i delegati municipali e che l’assessore ai “Centri Periferici”,  di  non rimuovere l’assessore Angela Marcianò  dai Lavori pubblici per non cedere alla malavita organizzata reggina, di chiudere immediatamente la crisi e tornare nella normale gestione della città, così come si aspettano i reggini. E’ inconcepibile, secondo IdV, pensare che Il comune e la gestione della cosa pubblica pussa  essere ostaggio della ndrangheta. Perciò, se il sindaco, malauguratamente dovesse cedere ad occulte pressione esterne  al comune e contrarie agli interessi dei cittadini e spostare o esonerare dal suo attuale incarico la Marcianò, il Partito di Italia dei Valori si troverà costretto, per una questione di chiarezza e di legalità, a chiedere l’intervento del presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi e al prefetto di Reggio Calabria di inoltrare all’on. Marco Minniti, nuovo ministro dell’interno del governo Gentiloni, la richiesta di inviare la Commissione d’Accesso al comune di Reggio Calabria per accettarsi della sua regolarità amministrativa”. E’ quanto scrivono in una nota il Senatore Francesco Molinari e Oreste Arconte dell’IdV.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...