Produttività dei lavoratori dell’Asp di Reggio Calabria, i sindacati: “passo positivo”

ASP Reggio Calabria “Le Organizzazioni Sindacali FP CGIL, CISL FP, NURSING UP e FIALS possono aggiungere un tassello positivo al cammino che stanno percorrendo verso l’azzeramento delle vecchie ed irrisolte condizioni che da troppi anni perdurano nell’ASP di Reggio Calabria, cammino difficile e spesso contrastato dall’inefficienza dell’organizzazione aziendale, dal continuo susseguirsi di “cambi” al vertice aziendale ma anche da prese di posizione non condivisibili da parte di altre sigle sindacali. Dopo una lunga fase di protesta che costringeva a “prendere in esame” e mettere a posto la contabilità dei fondi contrattuali del Comparto, finalmente si è giunti alla rettifica e certificazione dei veri valori economici che da anni rimanevano fermi e poco chiari. La volontà e la pressione di FP CGIL, CISL FP, NURSING UP e FIALS, sono state determinanti e altrettanto lo sono state l’attenzione e il senso di responsabilità dell’attuale Vertice Aziendale, rappresentato dal Commissario Giacomino Brancati e dal Sub Commissario Felice Iracà. In particolare, il dr Iracà ha curato personalmente l’aspetto relativo alla ricostituzione dei fondi ed ha tenuto i rapporti con il Collegio dei Sindaci mentre il dr. Brancati ha curato l’aspetto politico/sindacale. La pazienza e la fiducia dei Lavoratori sono ripagate, oggi con l’acconto del 50% e prossimamente con il saldo del residuo, che decorre addirittura dal 2009. I Lavoratori sono i veri protagonisti, per aver partecipato allo sciopero del 20 settembre, per aver sopportato i notevoli ritardi nei pagamenti delle spettanze dovute. La serietà e la determinazione di FP CGIL, CISL FP, NURSING UP e FIALS hanno avuto ragione e nella busta paga di Dicembre ci sarà il tanto atteso acconto. Questo risultato tanto atteso segna la fine di una lunga storia di “rimpalli” di responsabilità, di acconti a pioggia, accumulo di ritardi, ricorsi legali, sconforto.  Oggi l’ASP di Reggio Calabria è giunta alla quantificazione di un fondo residuo ricalcolato e certificato che ha permesso l’inizio della distribuzione ai Lavoratori delle risorse relative alla produttività. A FP CGIL, CISL FP, NURSING UP e FIALS non basta, forte è la determinazione ad andare avanti, a recuperare il ritardo di anni, ad avviare la contrattazione decentrata, a calendarizzare ogni procedura e a ridurre i ritardi fino ad azzerarli. Già con il nuovo anno l’impegno a dare una svolta è avviato“, scrivono in una nota i sindacati.