‘Ndrangheta, Gratteri: “riforma Bassanini è stata un grande favore alle mafia”

Gratteri26“La riforma Bassanini è stata un grande, anche se involontario, favore alle mafie, perché  ha tolto il CORECO (Comitato Regionale di Controllo). Un sindaco solo davanti al mafioso che va lì e gli dice “No questa delibera deve passare”. il primo cittadino cosa risponde. Oggi non c’è nemmeno quello”. Lo ha dichiarato il magistrato Nicola Gratteri a Klaus Davi, durante la presentazione del suo ultimo libro “Padrini e Padroni” che si è tenuta presso la Procura di Enna (https://youtu.be/HCoXP88_OPM). “Quando il capomafia concorre a votare il sindaco, perché la cosa terribile per i politici solo le ultime 48 ore quando hanno paura di non essere eletti, fanno patti con il diavolo. Bisognerebbe incatenare i candidati gli ultimi tre giorni per non farli andare nelle case dei capimafia. – afferma il magistrato che prosegue – Oggi rispetto a venti anni fa sono loro che vanno a casa dei mafiosi a chiedere pacchetti di voti in cambio di appalti perché la mafia è più credibile di loro. Trenta quaranta anni fa era il contrario: era il boss che andava dal politico a chiedere il posto per la nuora, o di non far fare la leva al figlio”.