‘Ndrangheta: eseguirono duplice omicidio, 5 arresti

Le vittime, al momento del delitto, si trovavano all’interno di un bar di Lamezia Terme; localizzate dal commando omicida, vennero raggiunte da numerosi colpi di pistola e uccise

polizia-notteLa Polizia di Stato di Catanzaro, a seguito di indagini coordinate dalla Procura Distrettuale del capoluogo, ha eseguito cinque ordinanze  di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti esponenti delle cosche Giampa’, Torcasio e Cerra, per l’omicidio di Pasquale Izzo e Giovanni Molinaro, avvenuto nel dicembre del 2000. Al momento del delitto, le vittime si trovavano all’interno di un affollato bar di Lamezia Terme. Localizzate dal commando omicida, vennero raggiunte da numerosi colpi di revolver e uccise. La ricostruzione investigativa della squadra mobile di Catanzaro e del commissariato di pubblica sicurezza di   Lamezia Terme, sotto la Direzione della direzione distrettuale Antimafia di Catanzaro, ha permesso di accertare che il delitto venne deciso e programmato dai vertici della ‘ndrangheta lametina, all’epoca composta da una sola cosca che riuniva le famiglie Giampa’, Cerra e Torcasio, per vendetta in quanto Izzo, appartenente alla contrapposta famiglia Cannizzaro della frazione Sambiase, era ritenuta coinvolta nel precedente omicidio di Giovanni Torcasio, capo della omonima consorteria. I particolari dell’operazione saranno resi noti durante il corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11.30 al Centro Polifunzionale della Polizia di Stato di Catanzaro.