Meteo, nel weekend i segnali della “svolta”: maltempo in Calabria e Sicilia [DETTAGLI]

Meteo Calabria e Sicilia, il punto della situazione: verso la “svolta” della Settimana di Natale, nel weekend i primi segnali di cambiamento

Isole Eolie burrascaMeteo Calabria e Sicilia- Sta cambiando la situazione meteo in Italia in queste ore, in vista del forte maltempo in arrivo nella Settimana di Natale. La Sicilia è colpita dalla forte burrasca che sta interessando il Canale di Sicilia e la Tunisia: correnti orientali impetuose stanno provocando da ieri forte maltempo nel nord Africa, nella Tunisia, lungo il bordo orientale del ciclone in formazione sul Maghreb alimentato da un freddo soffio proveniente dall’oceano Atlantico. Il maltempo, infatti, sta già interessando anche Marocco e Algeria. Quest’ampia circolazione ciclonica coinvolge anche l’estremo Sud dell’Italia, con delle piogge nelle zone joniche di Calabria e Sicilia: oggi sono già caduti 31mm di pioggia a Nicolosi, 21mm a Sortino, 20mm a Buccheri, 18mm a Palazzolo Acreide, 13mm a Pachino, 10mm a Modica, Ispica e Trecastagni. In Calabria accumuli più modesti e isolati con 6mm a Capo Rizzuto e Staiti e 5mm a Sant’Agata del Bianco.

Vento forte e calo termico a Caltanissetta e provincia, dove sono stati segnalati danni e disagi che hanno impegnato vigili del fuoco e forze dell’ordine. Rilevati danneggiamenti alle coperture di case e prospetti soprattutto nel centro storico del capoluogo. Il tetto di un magazzino è collassato. In periferia due pali Telecom si sono spezzati in contrada Fontanelle.

Ma oltre alla pioggia bisogna segnalare il forte vento orientale che soffia impetuoso da ieri sera su gran parte del Centro/Sud e soprattutto nella Sicilia sud/orientale, con raffiche fino a 80km/h tra le province di Ragusa e Siracusa, oltre che sulle isole del Canale di Sicilia e su Malta. Proprio nel Canale di Sicilia il vento si intensificherà nel corso della giornata, toccando raffiche di 100km/h dapprima a Malta, poi anche a Pantelleria, Linosa e Lampedusa, invece in Sicilia avremo un’attenuazione dei fenomeni.

Le temperature si mantengono decisamente basse su tutta l’Italia, tipicamente invernali: nella notte abbiamo avuto picchi diffusi di -4°C in pianura Padana. Ma adesso la nebbia si sta diradando: persiste ormai soltanto in poche aree tra Emilia Romagna, basso Veneto e Lombardia (dove la temperatura è ancora di -1°C in pieno giorno!), ma sono i primi piccoli segnali di cambiamento in vista della tempesta in arrivo lunedì 19, quando avremo non solo forte maltempo in Sardegna e in molte altre Regioni del Centro/Sud, ma anche l’inizio di una grande nevicata fin in pianura al Nord/Ovest.