Inaugurazione A3, Gentiloni: “dichiariamo guerra ad un luogo comune”

inaugurazione-a3-17“Oggi dichiariamo guerra a un luogo comune, quello della Salerno-Reggio Calabria uno dei luoghi comuni forti di questo Paese”. Cosi’ il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in occasione della cerimonia per la chiusura dei lavori della nuova A2 Autostrada del Mediterraneo. “Prendo in prestito le parole del titolo di un film di un grande regista italiano, Massimo Troisi, e dico: ‘Scusate il ritardo’. Credo che dobbiamo dirlo assolutamente nel momento in cui questo ritardo viene finalmente colmato”, ha sottolineato Gentiloni. “Dobbiamo un ringraziamento fortissimo – ha sottolineato Gentiloni – al ministro Delrio cosi’ come lo dobbiamo al presidente del Consiglio Matteo Renzi, che in questi due anni ha insistito, martellato perche’ a una giornata come quella di oggi si riuscisse ad arrivare. C’e’ stata qualche ironia – ha ricordato Gentiloni – perche’ sfatare miti e’ complicato. E’ comprensibile, non me la prendo con chi ha fatto ironia sul fatto che si riuscissero a completare questi lavori. Ma l’Italia e’ un grande Paese anche perche’ e’ un Paese affidabile. E dimostra che quando prendiamo un impegno siamo capaci di mantenerlo. Ed e’ un messaggio molto importante per il nostro Paese”. Inoltre, ha proseguito il capo del Governo “aver mantenuto l’impegno preso di fronte a mezzo mondo e’ un merito delle maestranze, delle imprese, delle autorita’, dei responsabili tecnici che hanno reso possibile questa operazione e io davvero vi ringrazio per questa possibilita’”.