Guerra in Siria, Onu implora: “interrompere assedio di Aleppo est”

L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria aveva in precedenza riferito di 21 uccisi, tra cui donne e bambini, nel bombardamento di Habbet Qubba, affermando che il bilancio era destinato a salire

libiaIl bombardamento governativo su Aleppo est ha colpito un capannone e alcune case a Habbet Qubba, dove erano ospitati sfollati di altre zone di Aleppo est in fuga dall’offensiva lealista. Lo riferisce l’Aleppo Media Center (Amc), piattaforma di reporter della città. L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria aveva in precedenza riferito di 21 uccisi, tra cui donne e bambini, nel bombardamento di Habbet Qubba, affermando che il bilancio era destinato a salire. L’Amc parla di 45 civili morti. Il sottosegretario delle Nazioni Unite per gli affari umanitari Stephen O’Brian ha implorato il Consiglio di Sicurezza Onu di fare qualcosa per interrompere l’assedio di Aleppo avvertendo che gli abitanti della città sono a rischio sterminio: “Per il bene dell’umanità chiediamo, imploriamo, alle parti e a chi ha influenza, di fare tutto quanto in loro potere per proteggere i civili e consentire l’accesso alle zone assediata di Aleppo est, prima che diventi un enorme cimitero”.