Città Metropolitana, Marino: “sullo Statuto ottimo percorso di condivisione”

Elezioni Città Metropolitana (6)Con l’approvazione dello Statuto alla prossima riunione della Conferenza dei Sindaci della Città Metropolitana finalmente approdiamo alla conclusione di questa fase costituente, al termine della quale il nuovo Ente vedrà finalmente la luce e sarà pienamente operativo anche dal punto di vista amministrativo. La fase di studio e di costruzione dello Statuto ha seguito un iter all’insegna della partecipazione e della condivisione. Un metodo, espressamente indicato dal Sindaco Metropolitano Giuseppe Falcomatà e dal suo vice Riccardo Mauro, che ha coinvolto, oltre ai Sindaci, anche i cosiddetti “portatori d’interesse” presenti sul territorio. Un percorso che è indice di grande maturità da parte di una classe dirigente responsabile e pronta ad assumere su di sé gli obiettivi necessari al rilancio del nostro territorio”. E’ quanto dichiara in una nota il consigliere Metropolitano Demetrio Marino commentando l’imminente approdo dello Statuto Metropolitano all’esame della Conferenza dei Sindaci, prevista per il prossimo 29 dicembre.

«Dopo l’approvazione dello Statuto in Consiglio Metropolitano – ha aggiunto Marino – il percorso che abbiamo condiviso, ha previsto un periodo di apertura alle istanze presentate dai territori, dalle associazioni ma anche dagli stessi cittadini, che hanno avuto modo di presentare le loro proposte di modifica o integrazione alla bozza dello Statuto approvata lo scorso 25 ottobre».

«Ritengo sia da sottolineare il grande lavoro di sinergia che ha caratterizzato questa fase – ha aggiunto Marino – un lavoro che ha coinvolto tutti i consiglieri metropolitani e che non si è sviluppato solo all’interno del Palazzo ma che ha dato la possibilità anche a tanti altri attori, compresi i Sindaci dei comuni che compongono la nostra Città Metropolitana, di contribuire in maniera sensibile e concreta alla stesura dello statuto».

«Adesso – ha detto Marino – arriviamo alla fase conclusiva con l’approvazione nella Conferenza dei Sindaci che assieme al Consiglio Metropolitano è l’organo che completa l’iter istituzionale previsto per l’approvazione dello Statuto. Anche questa ulteriore fase di studio e condivisione è stata gestita all’insegna dell’ascolto, con l’obiettivo di arrivare ad un testo ampiamente condiviso, stabilendo una serie di criteri che promuovono la partecipazione, soprattutto sugli atti obbligatori come il piano strategico e il piano territoriale della Città Metropolitana».

«Ci apprestiamo quindi ad un momento molto importante per il nostro territorio – ha aggiunto Marino – che segnerà il termine di questa fase di transizione delle funzioni tra la Provincia e la Città Metropolitana, passando il testimone dalla fase costituente alla piena operatività del nuovo Ente. Una volta approvato il testo dello Statuto, con la successiva pubblicazione all’albo pretorio, la Città Metropolitana entrerà nella sua fase operativa, assumendo la piena titolarità amministrativa e dando finalmente seguito alle necessità riscontrate dai cittadini, che vanno incardinate all’interno di un progetto di sviluppo complessivo che faccia da traino alla rinascita del territorio della nostra Città Metropolitana».


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...