Canile di Mortara (Rc), Bernini: “dove i cani muoiono di cimurro ma si organizzano i mercatini di Natale”

immagine-articolo“In modo del tutto incomprensibile, all’interno del canile di Mortara (Rc), è stata organizzata dal gestore una manifestazione denominata “Addobba il tuo Canile” con mercatino Natalizio, passeggiate con i pony, musica e attività sportive. Come Portavoce Parlamentare del MoVimento 5 Stelle “In ragione di questa folle organizzazione per cui il canile si è trasformato in un parco giochi e in un mercatino, chiesi anticipatamente che venisse bloccata l’iniziativa mediante una diffida legale anche perché il canile è stato per mesi flagellato dall’epidemia di cimurro. Infatti, a seguito del mio intervento per verificare la situazione nel luglio 2016, la ASP, su mia segnalazione, ne stabilì la chiusura per l’emergenza sanitaria. Il Corpo Forestale, peraltro, sempre a seguito del mio intervento, sembrerebbe aver messo sotto sequestro un’area della struttura. E’ evidente che in ogni caso un canile sanitario non deve e non può essere un luogo nel quale sia possibile svolgere tutte queste attività ludico-ricreative del tutto illegittime anche perché prive delle dovute autorizzazioni della ASP. Tra l’altro lo stesso Dirigente dell’ASP Area C qualche giorno fa aveva chiesto la sospensione dell’evento con estrema urgenza. E’ per altro evidente che queste attività si siano svolte ieri arrecando notevole stress per i cani custoditi. Non comprendendo come sia stato possibile dar seguito alla manifestazione all’interno del canile, nonostante la normativa vigente chiarisca quali siano le attività realizzabili e dovute in una tale struttura, ho inteso predisporre un esposto alla Procura della Repubblica curato dall’Avvocato Aurora Loprete contro il Sindaco di Reggio Calabria, nonché contro ogni altro soggetto istituzionale che dovesse risultare correo di quanto accaduto. Sono certo che la giustizia farà il suo corso e che sia necessario denunciare ogni violazione delle normative vigenti anche per evitare che simili abusi possano continuare a perpetrarsi e commessi proprio da chi, invece, è per legge il responsabile civile e penale degli animali e del loro benessere“. E’ quanto scrive in una nota l”On. del M5S Paolo Bernini.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...