Calabria: assunti 101 giovani calabresi grazie al programma Fixo

Grazie al programma Fixo sono stati assunti 101 giovani calabresi

datore di lavoroSuccesso del progetto Fixo con l’assunzione di 101 giovani Neet calabresi. Risultato ottenuto – è scritto in un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta – grazie all’impegno delle scuole e delle università, alle opportunità del programma Fixo accompagnamento al lavoro, ad un tessuto imprenditoriale che ha compreso la valenza dell’intervento, all’azione di sensibilizzazione di Italia Lavoro sul territorio e alla tenacia dei giovani calabresi a voler restare nella loro terra. “Abbiamo affiancato il programma Fixo con convinzione – sottolinea l’assessore regionale al lavoro Federica Roccisano -. E il superamento delle 100 assunzioni in Calabria grazie a questo progetto ci dimostra che avvicinare il mondo del lavoro nelle scuole è una scelta efficace e lungimirante. Attraverso agli sportelli di placement nelle scuole e alla diffusione delle informazioni tramite e siti, il giovane sa come orientarsi con successo nella ricerca di lavoro e per noi è un’azione prioritaria, che ci permette anche di non perdere la ricchezza principale di una regione come la Calabria: i giovani”. Si tratta, infatti, di giovani usciti da percorsi formativi e lavorativi, pronti ad abbandonare la Calabria, che invece sono entrati nel mercato del lavoro grazie a Fixo linea 6. Quello che è stato l’approccio dell’intervento sul territorio lo racconta la storia di Emanuela, laureata in Scienze Politiche nel 2011 presso l’Unical con 110 e che a distanza di cinque anni ancora non aveva avuto nessuna opportunità lavorativa, solo piccole collaborazioni a tempo come contabile amministrativo, molte volte a nero. Era quasi rassegnata a non poter più aspirare ad un lavoro vero. Il suo destino è cambiato il 10 ottobre del 2016 quando ha avuto la possibilità di essere assunta con il progetto Fixo in un’azienda di Crotone, che si occupa di formazione e sicurezza sui luoghi di lavoro. E’ stata assunta con contratto di apprendistato professionalizzante come responsabile amministrativo aziendale. I 101 Neet sono per il 50% assunti con un contratto di apprendistato, per il 27 % a tempo indeterminato e per il 23% a tempo determinato. 74 sono diplomati, 23 hanno conseguito la licenza media, 4 i laureati, per il 70% uomini. La rete territoriale di 36 uffici di placement scolastici con i 3 placement universitari ha pubblicato e diffuso le 446 vacancies delle 236 aziende che hanno manifestato interesse ad assumere giovani Neet. La capillarità dell’informazione e la credibilità delle istituzioni impegnate hanno fatto avvicinare i ragazzi molto spesso demotivati e disillusi. Il responsabile della macroarea sud Jonica di Italia Lavoro Michele Raccuglia spiega che “un elemento fondamentale per la riuscita dell’intervento è stata la creazione di una rete tra gli attori del mercato del lavoro in cui le scuole e le università sono divenute il collante tra imprese e giovani e dove il quotidiano impegno degli operatori di Italia Lavoro ha assicurato il superamento di molteplici problematicità”.