Barcellona Pozzo di Gotto (Me): dalla collaborazione tra il Comune e gli enti del Terzo Settore nasce la “mensa sociale”

A Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale e gli enti del terzo settore nasce la “mensa sociale”

mensa poveri“Nella seduta di oggi la Giunta Municipale ha approvato lo schema di convenzione per l’erogazione della “Mensa Sociale”, risultato di un lavoro condotto in stretta sinergia tra gli uffici di servizio sociale del Comune e gli Enti che aderiscono all’iniziativa. Nel corso del prossimo mese di gennaio, dunque, partirà concretamente questa nuova misura sociale di sostegno destinata a fornire il pasto pronto a soggetti singoli o famiglie che versano in condizioni di estrema povertà e che vivono situazioni di disagio economico e di vulnerabilità sociale. La misura, come prima detto, é frutto dell’iniziativa dell’Amministrazione ed è resa possibile dalla collaborazione corale ed attiva degli Enti del privato sociale che vi aderiscono e che portano il loro insostituibile know how di esperienza e di conoscenza del territorio, oltre che sostegno materiale e di personale, in piena aderenza allo spirito e agli obiettivi della L. n. 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”. A regime verranno forniti 25 pasti giornalieri che saranno preparati e consumati presso la sede della CA.SA. di Solidarietà e Accoglienza di via Garibaldi.

L’acquisto e/o la raccolta delle derrate, la preparazione e la distribuzione dei pasti verranno assicurati dai volontari delle Associazioni e delle Parrocchie, mentre l’individuazione degli aventi diritto e le verifiche sulle loro condizioni sociali saranno curate dal Servizio Sociale del Comune. La partecipazione del Banco Alimentare potrà, inoltre, permettere di potenziare il servizio – assicurando un maggior numero di pasti o un più lungo periodo di erogazione – con le derrate che potranno essere raccolte durante il periodo di funzionamento della Mensa Sociale con le donazioni di privati e/o di imprenditori. Per concludere, è doveroso menzionare tutti gli Enti che aderiscono, senza i quali il progetto non avrebbe potuto essere realizzato ed a cui vanno i ringraziamenti ed il riconoscimento dell’Amministrazione: Volontariato Vincenziano, AVULSS, LIONS Club, Caritas Vicariale di Barcellona Pozzo di Gotto, Caritas Parrocchiali San Sebastiano, Santa Maria Assunta e Portosalvo, Centro di Ascolto della Parrocchia di San Sebastiano, CA.SA di Solidarietà ed Accoglienza, Oratorio San Michele Arcangelo, Comunità di San Egidio, Parrocchie di Calderà, Portosalvo, San Giovanni Battista, Enti convenzionati con il Banco Alimentare (Oratorio San Michele Arcangelo, Parrocchia Santa Maria Assunta, Parrocchia San Giovanni Paolo II, CA.SA. di Solidarietà ed Accoglienza, Oratorio Figlie Maria Ausiliatrice” conclude il sindaco Dr. Roberto Materia.