A Siderno la presentazione del libro scritto da Daniele Castrizio e Cristina Iaria “Bronzi di Riace-L’enigma dei due guerrieri”

tavolo-castrizio“La Calabria non è un deserto archeologico; anzi, è ricca di tesori in moltissime sue zone che possono e devono essere valorizzati”. E’ stato il leitmotiv della presentazione del libro scritto da Daniele Castrizio e Cristina Iaria “Bronzi di Riace – L’enigma dei due guerrieri” (2016, Città del Sole edizioni) presentato ieri pomeriggio nella sala convegni dello storico e incantevole Palazzo De Mojà a Siderno Superiore. Organizzata dal movimento letterario “MAG La ladra di libri”, la serata è stata seguita da un pubblico folto, attento ed eterogeneo, rapito dall’eloquio immediato e coinvolgente del docente universitario di Numismatica all’Università di Messina Daniele Castrizio che, introdotto dall’animatrice del movimento “MAG – La ladra di libri” Maria Antonella Gozzi ha esposto, con l’ausilio delle diapositive, i contenuti del libro e ha enumerato le varie teorie sull’origine delle due celeberrime statue, sulla loro origine e sulla relativa letteratura, sfatando numerosi miti con la battuta ricorrente secondo la quale “Se gli archeologi fossero stati medici, saremmo tutti morti”, per concludere, però, con la constatazione che “La Calabria non è un deserto archeologico”. Una convinzione, quest’ultima, che è stata corroborata dalla direttrice dei musei di Locri e Monasterace Rossella Agostino, la quale ha elencato tutta una serie di autentici tesori archeologici presenti in particolare sulla fascia ionica della provincia reggina, e l’assoluta necessità di fare rete, tra istituzioni e associazioni, per la loro effettiva valorizzazione. Il presidente del Corsecom Mario Diano, dal canto suo, ha rassicurato i presenti sul lavoro che gli operatori turistici stanno svolgendo per il migliore impiego delle preziose risorse rappresentate dai siti archeologici, mentre numerosi sono stati gli interventi dal pubblico durante le due ore di incontro. Per l’amministrazione comunale di Siderno, che come sempre ha sostenuto le iniziative culturali promosse dal movimento “MAG La ladra di libri”, ha rivolto il saluto ai presenti l’assessore alle Politiche Sociali Bianca Gerace. Per il movimento “MAG La ladra di libri”, che sin dalla sua fondazione lavora per selezionare e proporre alla lettura alcune tra le migliori opere letterarie in uscita, si è trattato del quarto appuntamento in altrettanti mesi, e già si lavora per un nuovo evento da realizzarsi entro la fine di gennaio.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...