Villa San Giovanni, l’Agd riporta “il diabete In piazza” per informare e sensibilizzare

agd-diabete-3“Diabete in Piazza” è il titolo della manifestazione che si è svolta in piazza Valsesia, a Villa San Giovanni, su iniziativa dell’associazione “Giovani con diabete Prof. Renato Caminiti”, presieduta dall’avvocato Raffaella Caminiti, con l’obiettivo di informare e sensibilizzare cittadini e opinione pubblica sulla malattia. L’evento si è svolto con la collaborazione dell’amministrazione comunale di Villa San Giovanni e della Croce Rossa Italiana di Gallico. L’associazione si è fatta promotrice di una serie di eventi in tutto il territorio reggino e che hanno coinvolto le istituzioni, la scuola, le associazioni, i cittadini e le famiglie. “La nostra associazione – ha detto Caminiti – si occupa prevalentemente del  diabete di tipo 1, quindi con particolare attenzione ai bambini”. Sul punto, la responsabile di “Agd prof. Renato Caminiti” è molto decisa: “Oggi il diabete è  una malattia cronica, non si può guarire e ne siamo consapevoli. Tuttavia, la si può gestire e si può vivere serenamente attraverso un corretto autocontrollo, una corretta alimentazione, dei corretti stili di vita e molto sport”. L’avvocato ha voluto inoltre sottolineare che “l’associazione si focalizza sulla socializzazione dei bambini malati che vengono sempre più isolati ed emarginati a causa della loro patologia. Occorre quindi inserirli in gruppi e in squadre. E’ in questo contesto che in stretta collaborazione con la Viola Basket Reggio Calabria, abbiamo voluto organizzare al PalaPentimele l’evento, “Andiamo a canestro col diabete”.

In occasione dell’incontro raffaella-caminiti2del campionato di Serie A2, Viola-Rieti, i giocatori sono entrati in campo con l’orsetto“Lino”, simbolo della lotta al diabete e, a tal proposito, voglio ringraziare il presidente del club neroarancio, Raffaele Monastero – ha detto Caminiti –  per la sua grande sensibilità. Il 20 novembre inoltre giocheremo con la Reggina proprio per sottolineare l’importanza dello sport”. Durante il “Diabete in Piazza” è stato possibile effettuare la misurazione gratuita della glicemia con la compilazione di un questionario di autovalutazione del rischio diabete e sono stati  consegnati degli opuscoli informativi dedicati alla prevenzione e alla corretta gestione della malattia. Per ciò che concerne il futuro Raffaella Caminiti si augura lo sblocco a livello regionale dei Campi Scuola che “sono stati sempre finanziati e che sono per noi fondamentali perché mettiamo insieme i bimbi affetti da diabete, ma anche quelli non diabetici, per fargli fare sport e spiegargli quali sono le regole che disciplinano la vita di chi è malato”. L’impegno dall’associazione “Giovani con diabete Prof. Renato Caminiti” è concentrato sia sul diabete di tipo 1, ma anche su quello di tipo due. “Occorre – ha sottolineato Raffaella Caminiti – diffondere  l’importanza della camminata e dello sport. L’adozione di sani e corretti stili di vita determinano risparmi rilevanti per l’intero sistema sanitario nazionale, ma affinché ciò accada serve un profondo cambiamento culturale”. Il ricco programma di eventi messi in campo dall’associazione “Giovani con diabete” si è concluso con la tavola rotonda promossa in occasione della Giornata mondiale del diabete,  presso la scuola elementare “Rocco Caminiti” di Villa San Giovanni sul tema “Il diabete, l’adolescente nella scuola”, svolta in collaborazione con il provveditorato agli studi Regione Calabria. Reggio Calabria, infine, è stata protagonista anche dell’iniziativa mondiale simbolica, “Light up the skyline”, che ha illuminato di blu il Castello Aragonese.