Trapani: uccide la moglie a coltellate, oggi l’udienza per la convalida dell’arresto

Omidio a Trapani: una ventina le coltellate inferte dall’uomo con un coltello da cucina alla donna

carabinieriSi terrà oggi l’udienza di convalida dell’arresto di Antonino Madone, il carpentiere di 60 anni, accusato di aver ucciso domenica scorsa la moglie, Anna Manuguerra, casalinga, anche lei sessantenne, nella loro casa di Nubia, frazione di Paceco (Trapani) al culmine di una violenta lite. Una ventina le coltellate inferte dall’uomo con un coltello da cucina alla donna, raggiunta dai fendenti all’addome, al torace e alle braccia. L’omicidio è avvenuto in via Speranza, nell’abitazione dei coniugi, che vivevano ormai da anni da separati in casa. Una relazione burrascosa a cui la donna aveva deciso da qualche tempo di dire basta, avviando la causa di separazione. A trovare il corpo senza vita di Manuguerra, riverso a terra in una pozza di sangue tra il corridoio e la cucina, è stata la madre 80enne della donna, che era andata a trovarla a casa, dopo aver sentito il genero uscire di casa con l’auto. Madone è stato rintracciato poco dopo dai carabinieri e arrestato. Aveva addosso ancora i vestiti sporchi di sangue.