Successo a Marina di Gioiosa per l’iniziativa del Sidus Club dedicata al Borgo di Mongiana

image-02-11-16-02-50“L’antico come materiale del nuovo: l’esperienza di Mongiana” è stato questo il tema principale dell’incontro tenutosi qualche giorno addietro presso la sala Egidio Gennaro di Marina di Gioiosa Ionica, organizzato dal Sidus Club di Siderno, nell’ambito delle manifestazioni del Premio Borghinfiore. L’iniziativa del Sidus ha inteso mettere in evidenza l’importante lavoro di riqualificazione urbana e di rilancio turistico portato avanti dal Comune di Mongiana attraverso il recupero e l’inaugurazione del Museo della fabbrica d’armi reali ferriere borboniche. La rivalutazione e la promozione in chiave moderna di molti borghi dove si vive ancora nel rispetto del territorio mantenendo integre le testimonianze e le tradizioni trasmesse nel coro di varie generazioni non rappresentano un inutile bagaglio ma un tesoro di cui andare orgogliosi per costruire un futuro che è bene condividere e far conoscere. L’evento patrocinato dal Comune di Marina di Gioiosa Jonica ha visto, dopo i saluti del Sindaco di Marina di Gioiosa Domenico Vestito e della Presidente del Sidus Albarosa Dolfin, le relazioni di Ernesto Chianese che ha presentato dei punti della carta della sostenibilità dei Borghi, Katia Aiello Vicepresidente Sidus e lo storico Danilo Franco che hanno relazionato sullo stato dei lavori e sulle iniziative in itinere inerenti il recupero del patrimonio culturale di Mongiana. Il Sindaco di Mongiana, Bruno Iorfida ha illustrato gli interventi posti in essere nei primi due anni di amministrazione soffermandosi sui progetti futuri e chiarendo come si stia investendo sul recupero culturale che passa inevitabilmente dal recupero del senso di appartenenza. Conclusioni dell’incontro affidate al giornalista Gianfranco Marino già Coordinatore regionale dei Borghi più belli d’Italia. “Le nostre aree interne – ha precisato Marino – costituiscono uno scrigno di tesori architettonici, conservando allo stesso tempo una memoria che non può e non deve essere dispersa. L’esempio di tanti centri che negli ultimi decenni hanno invertito la rotta, va mutuato per regalare una speranza quanti non vogliono pensare ad un futuro lontano dalle proprie origini. La provincia di Vibo Valentia – ha concluso Marino – non annovera comuni aderenti al club dei Borghi più Belli d’Italia, sarebbe bello che Mongiana pensasse ad avviare un percorso che avvicini ad una sua candidatura”. Durante la serata la Presidente Albarosa Dolfin ha consegnato al Sindaco di Mongiana Bruno Iorfida una targa di riconoscimento per il lavoro svolto ed al Sindaco Vestito la pergamena che ufficializza la sua iscrizione nel prestigioso albo d’Oro del Club per la particolare disponibilità della sua Amministrazione verso le iniziative del Club.