Storica svolta per l’Italia, ok al cognome materno

carta-identitaVia libera al cognome della madre per i figli nati nell’ambito del matrimonio: la Consulta ha dichiarato incostituzionale l’automatica attribuzione del cognome paterno prevista dall’attuale sistema normativo, quando i genitori intendono fare una scelta diversa. “La Corte costituzionale - sottolinea una nota della Consulta – ha accolto oggi la questione di legittimita’ costituzionale sollevata dalla Corte di appello di Genova sul cognome del figlio. La Corte ha dichiarato l’illegittimita’ della norma che prevede l’automatica attribuzione del cognome paterno al figlio legittimo, in presenza di una diversa volonta’ dei genitori”. “Finalmente l’Italia esce dal patriarcato. Ad oggi, non esisteva norma se non quella derivante dalla tradizione culturale di dare il cognome paterno ai figli. Ora sta al legislatore intervenire, per arrivare a una reale parità tra i coniugi, anche sul versante del cognome”. Così in una nota il presidente dell’Associazione degli avvocati matrimonialisti italiani, Gian Ettore Gassani, commenta la sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità della norma che impone solo il cognome paterno ai figli.