Siderno (Rc): sabato la presentazione del libro di Bruno Gemelli

lo-strano-delittoUna vicenda di cronaca di mezzo secolo fa, divenuta storia contemporanea di un omicidio tuttora senza colpevoli. E’ la sintesi dello spirito che anima l’ultima fatica letteraria del giornalista e scrittore Bruno Gemelli “Lo strano delitto” (Città del Sole edizioni, 2016), che verrà presentato sabato 5 novembre alle 17,30 nella sala convegni di Palazzo De Mojà a Siderno Superiore. L’evento, organizzato dal movimento letterario “MAG La ladra di libri”, col patrocinio del Comune di Siderno rappresenta una grande occasione di dialogo e confronto con quello che molti considerano come il più profondo conoscitore del mondo politico calabrese, penna di straordinario acume che conosce il “palazzo” come le sue tasche, ed è abile a insinuarsi tra le pieghe della liturgia di un dibattito politico in cui quasi mai si dice quello che si pensa. Ne “Lo strano delitto” però, la politica, con i suoi conflitti, le sue contraddizioni e le sue mezze verità, viene allo scoperto a seguito di un fatto di sangue – uno “Strano delitto”, appunto – con cui, una notte, venne ucciso Luigi Silipo, leader comunista preparato e scomodo. E così, tra una minuziosa ricerca di documenti dell’epoca e articoli di giornale, tra indagini approssimative e silenzi reticenti di certi ambienti politici, l’omicidio di Silipo rappresenta, a tutt’oggi, un mistero irrisolto. Se ne discuterà sabato 5 a palazzo De Mojà. Dopo i saluti dell’assessore alla Cultura del Comune di SIderno Ercole Macrì, introdurrà i lavori, che saranno moderati da Maria Antonella Gozzi, animatrice del movimento “MAG – La ladra di Libri”, il direttore di Lente Locale Gianluca Albanese. Dopo il dialogo con l’autore, sono previsti gli interventi dell’ex parlamentare Domenico Bova e dell’assessore al Lavoro della Regione Calabria Federica Roccisano.