Servizi sociali a Messina, bandi triennale a 34 ore. Fp Cgil: “solo un punto di partenza”

fp cgil servizi sociali messinaNel corso dell’incontro tenutosi questo pomeriggio a palazzo Zanca, gli assessori Santisi ed Eller hanno illustrato la proposta dell’Amministrazione, prospettando anche la possibilità di un aumento di ore durante i tre anni. Per la FP CGIL bisogna fare il possibile per tutelare il personale Si è tenuto questo pomeriggio a Palazzo Zanca, tra l’assessore alle politica sociali Nina Santisi, al bilancio, Luca Eller, e le organizzazioni sindacali, per discutere del futuro dei servizi sociali e presentare le modalità dei nuovi bandi che verranno approvati non appena l’Amministrazione avrà approvato il bilancio 2016 e il pluriennale 2017-2019. “Con le battaglie condotte in questi mesi – hanno affermato la segretaria generale della FP CGIL, Clara Crocé e i responsabili del servizio Gianluca Gangemi ed Elena De Pasquale – siamo riusciti ad ottenere che si passasse dalle iniziali 24 a 34 ore. Orario quest’ultimo, che faremo il possibile affinché aumenti a 38 ore, anche portando avanti nuove battaglie”. Devono essere trovate altre risorse come i due milioni e 100 mila euro che l’Amministrazione ha ottenuto dai fondi del Masterplan esclusivamente per i servizi sociali: “Il lavoro svolto dalla Giunta per recuperare le somMe del Masterplan, non deve fermarsi, ma anzi deve continuare in modo ancora più intenso nei mesi successivi all’approvazione dei bandi, che verranno espletati con l’approvazione dei documenti contabili. “Apprezziamo – hanno sottolineato i rappresentanti sindacali – che l’Amministrazione si sita impegnando per garantire i lavoratori, in quanto, anche in caso di dissesto, con i bandi triennali il personale sarebbe al sicuro. Tuttavia – ha concluso la FP CGIL – chiediamo che il sacrificio dei lavoratori sia ricompensato con l’impegno di una loro stabilizzazione, attraverso una forma gestionale che non li veda più impegnati nelle gare di appalto”