Reggio Calabria, “Torneo di halloween”: l’under 13 della Viola Orange Academy conquista il terzo posto

u13-viola-orange-academyLa Viola Orange Academy va sul podio al “Torneo di Halloween”, a Latina. I giovanissimi neroarancio, accompagnati dal dirigente Antonella Bordò e guidati in panchina da Andrea Berardi e Larissa Smorto, hanno conquistato un ottimo terzo posto nella competizione riservata a squadre categoria Under 13 Eccellenza (nati 2004).
Nella fase del girone di qualificazione, la Viola Orange Academy ha esordito con una sconfitta, perdendo per un punto conto SGM Latina. Gli under 13 neroarancio, superati solo dalla forte Rainbow Città di Aprilia, nonostante la bella rimonta nell’ultimo quarto, hanno ottenuto due convincenti successi contro Sermoneta e Anzio Basket Club.
Proprio contro i pontini, i giovanissimi di Berardi e Smorto hanno offerto un’altra importante prova sul parquet di Latina. La seconda vittoria contro Anzio ha consentito ai neroarancio di conquistare il terzo posto nel torneo.

Finale Terzo-Quarto posto

VIOLA ORANGE ACADEMY-ANZIO BASKET CLUB 52-47

VIOLA: Basile A., Marino 4, Ziino 4, Lacopo 10, Basile F. 1, Morabito 9, Cuzzocrea 2, Fiore, Arcudi 4, Campolo 8, Namia 2, Alvaro 1, Freno 7

ANZIO: Balistreri 7, Fantini 2, Esposito 2, Moroni 10, Ravioli 1, Conte 6, Roscovan 10, Gentile 4, Barzi 4, Varosi 1, Mancini

terzo-postoSoddisfatto coach Andrea Berardi per il risultato ottenuto e per lo spirito e il gioco di squadra mostrato dai suo ragazzi durante la competizione: “Sono stati quattro giorni davvero intensi, dove i ragazzi hanno imparato a conoscersi, sia sul campo che fuori, in un’atmosfera davvero simile a quella di una famiglia, ma allo stesso tempo competitiva e stimolante, tipica del mondo SMG. Quattro giorni che i ragazzi hanno sfruttato al massimo, confrontandosi con squadre diverse e ritmi diversi. Sempre molto intensi, senza mai mollare un millimetro, reagendo ad ogni situazione.

“Le ultime due partite – ha spiegato l’allenatore della compagine under 13 – con Anzio Basket Club sono state entrambe molto combattute, ma i ragazzi hanno messo maggiore attenzione nella gestione degli ultimi possessi, avendo imparato dalla prima partita con l’SMG, dove la gestione era stata troppo frenetica e aveva portato a numerose palle perse. Numerosi i segnali positivi da parte di ogni giocatore. Da evidenziare – ha aggiunto Berardi – il fatto che la squadra è andata in crescendo durante il torneo, partendo dalla gestione, per arrivare al gioco di squadra e all’attenzione in difesa. La strada è lunga, ma le premesse sono ottime”.