Reggio Calabria, spettacolo Notre Dame De Paris: botta e risposta Pegna-Comune

Ruggero PegnaIn riferimento al comunicato stampa del promoter Ruggero Pegna, responsabile Show Net, relativo al concerto “Notre Dame de Paris” si evidenzia quanto segue: “L’Amministrazione Comunale, dopo la consegna del Palazzetto dello sport da parte dell’ATI  VIOLA RC SSDaRL  & Progetto 5 di Santo Frascati in data 30.06.2016, è venuta a conoscenza, da pubblicazioni sui siti web cittadini,  di prevendite di biglietti per eventi e concerti al Palcalafiore mai autorizzati né comunicati al competente Ufficio Sport del Comune. L’Amministrazione ha dunque avviato una serie di incontri con i promoter dai quali è emerso che gli eventi e concerti erano stati organizzati in vigenza della concessione del Palacalafiore all’ATI Viola-Progetto 5 in virtù di contratti stipulati con la ditta Progetto 5 nella qualità di componente dell’ATI concessionaria. Appreso quanto sopra, e appreso altresì che migliaia di biglietti per gli eventi in oggetto, compreso quello del Notre Dame de Paris, erano già stati venduti, l’Amministrazione si è adoperata al fine di consentire gli eventi già organizzati con l’ATI per evidenti esigenze di ordine pubblico ed al fine, comunque, di non creare danni ai cittadini acquirenti dei biglietti, né danni di natura economica agli stessi organizzatori che avevano lanciato le prevendite dei biglietti; puntualizzando però che si sarebbe proceduto alla concessione in uso del Palasport Palacalafiore  esclusivamente per lo svolgimento degli eventi per i quali risultavano essere stati stipulati i contratti con la citata ATI e facendo presente che, in caso di mancata trasmissione dei contratti in questioni da parte dei promoter, l’impianto sarebbe stato concesso esclusivamente dopo le valutazioni dell’ufficio sport in merito alla disponibilità dell’impianto per l’uso sportivo e/o altri eventi organizzati. Il Responsabile della Società Show Net, Ruggero Pegna, più volte invitato a produrre la documentazione sopra citata, non ha prodotto agli uffici competenti alcun contratto, ma  soltanto una scrittura privata dalla quale risultava un impegno della società Progetto 5 di Santo Frascati, componente dell’ATI, a garantire la disponibilità del palazzetto per i giorni dal 21 al 27 novembre. L’ ulteriore disponibilità per il giorno 28 novembre, richiesta con successiva  pec del 20 ottobre indirizzata all’Ufficio Sport, non è stata oggetto di alcuna concessione in quanto era ben noto che in data 28.11.2016 era già programmata la partita di campionato della Società VIOLA RC SSDaRL. Successivamente, l’organizzatore, in sede di incontro tenutosi presso l’ufficio sport, ha chiesto la disponibilità di accedere al palasport anticipatamente in data 20 novembre alle ore 20.00 con impegno a rilasciare il palazzetto il giorno 28.11 alle ore 9.30, in relazione allo svolgimento della partita di campionato della VIOLA RC SSDaRL, ed in tal senso è stato formulato l’atto di concessione definitiva. Corre l’obbligo di ribadire che la suddetta concessione è stata rilasciata solo ed esclusivamente per motivi di ordine pubblico,  stante i numerosi inadempimenti del promoter non solo in merito alla mancata produzione del contratto stipulato con la ditta Progetto 5, ma anche in merito al pagamento inesatto della tariffa per l’uso dell’impianto per l’intero periodo di concessione, alla mancata presentazione della polizza fideiussoria a garanzia dell’importo ancora da versare  a conguaglio e all’arbitraria modifica, da parte dello stesso, dell’atto dirigenziale di concessione definitiva. Quanto sopra nel totale spregio dei regolamenti comunali per l’uso e gestione degli impianti sportivi e del regolamento di contribuzione.  Ad ogni buon fine, occorre altresì chiarire che la riconsegna dell’impianto giorno 28.11.2016  entro le ore 11.00 è stata disposta con Ordinanza del Giudice del Tribunale Civile di Reggio Calabria n. 4273/2016, nell’interesse e su richiesta della Società Viola Reggio Calabria SSD SRL.  Inoltre relativamente alle affermazioni di seggiolini mancanti, bagni non funzionanti e quant’altro in merito alla paventata mancanza di funzionalità del palasport si evidenzia che, da verbale di consegna del giorno 20 del mese di novembre 2016, redatto in contradditorio dai tecnici comunali ed il responsabile tecnico della società Show Net, nulla è stato eccepito in merito ed il  verbale di consegna, recante in chiusura la dicitura “detti locali sono in buone condizioni e tutti puliti” è stato sottoscritto da entrambi i tecnici in rappresentanza delle rispettive parti.  Quanto alla numerazione sbagliata dei seggiolini si evidenza che questo del Notre Dame de Paris non è il primo spettacolo che la Società Show Net svolge al Palacalafiore e tale incongruenza non risulta mai segnalata, né dallo stesso né dagli altri  promoter che in questi mesi hanno realizzato concerti ed eventi nella stessa struttura”.