Reggio Calabria, sistemi anti-incendio ok negli edifici pubblici ma scoppia un caso politico

scuolaSi è riunita in data  22/11/2016 la commissione “Controllo e Garanzia” presieduta dal capogruppo di Forza Italia Antonio Pizzimenti, per discutere di “servizio di manutenzione e conduzione degli impianti antincendio degli edifici scolastici e istituzionali di Reggio Calabria”.

Presenti in audizione l’assessore  Marcianò, l’Ing. Romano ed il Dott. Ceravolo del settore Lavori Pubblici.

In apertura dei lavori, l’assessore legge una nota redatta dal Geom. Rombo, impossibilitato a presenziare, dove si evidenzia la programmazione dei lavori, considerato che da diversi anni non si interveniva su questi impianti, per lo più scaduti di revisione, consegnando i lavori nel mese di agosto alla ditta aggiudicataria. La maggior parte degli interventi trattasi di ripristino della funzionalità delle attrezzature antincendio quali estintori a polveri e a CO2, naspi, idranti, sprinkler, porte REI e porte antipanico, rilevatori di fumo e di gas, oltre a tutti gli impianti di spinta, centrali di rilevazioni incendio e di allarme.

 La scelta di cominciare dagli plessi scolastici, prosegue l’assessore è scaturita dall’imminente apertura dell’anno scolastico. Gli interventi hanno riguardato sia i plessi scolastici comunali di primo e secondo grado che le scuole materne, successivamente si è passato egli edifici istituzionali, partendo dal Ce.Dir. per poi proseguire su tutti gli altri edifici comunali con consegna dei lavori prevista entro fine anno.

Il Dirigente Romano sottolinea come tutto il settore manutentivo presenta grosse difficoltà ad intervenire sul patrimonio edilizio vista la scarsa presenza di fondi e di personale, per cui risulta complicato programmare.

Interviene il Cons. Minniti, delegato al Patrimonio Edilizio, che informa i commissari come l’esecutivo di Palazzo San Giorgio abbia messo nella voce di bilancio per la manutenzione al Patrimonio Edilizio zero euro, e che bisogna invertire la rotta all’interno del settore Finanze e Tributi, sottolineando l’importanza di questi interventi, inoltre chiede al Presidente Pizzimenti  l’apertura di una discussione più approfondita.

Forti le parole del Dirigente Romano che informa la commissione sugli scontri feroci tra lui e il Dirigente Finanze, sostenendo che anche se le risorse siano scarse, spesso non si riescono a spendere nemmeno quelle poche che ci sono, visto l’ostruzionismo del settore Finanze che rimanda gli atti indietro per i cavilli più assurdi. Inoltre ritiene molto grave come una città metropolitana come Reggio Calabria non inserisca in bilancio nemmeno un euro per il Patrimonio Edilizio.

A questo punto Minniti sostiene che la politica non può lasciare soli chi lavora, chiedendo che questa vicenda di scarsa collaborazione tra i vari settori diventi un caso politico, visto che probabilmente il Sindaco non sarà nemmeno al corrente di quanto accada al Ce.Dir.

Al termine della seduta il Presidente Antonio Pizzimenti ringrazia gli intervenuti per l’ottimo lavoro svolto sul punto all’ODG ed informa la commissione che visto le forti dichiarazioni del Dirigente Romano e del Delegato Minniti  sull’operato del settore Finanze e tributi, convocherà con estrema urgenza il Dirigente e l’Assessore al ramo.