Reggio Calabria, sabato la cerimonia del Premio Anassilaos

un-momneto-del-premio-2015-bLa XXVIII edizione del Premio Anassilaos la cui cerimonia conclusiva si terrà sabato 5 novembre alle ore 17,30 presso l’Auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale è dedicato al tema e al problema dell’accoglienza. Da un paio di anni il nostro Paese e la nostra Città sono infatti divenuti un punto di arrivo e di accoglienza per tanti migranti in fuga dalla guerra e dalla miseria. Ciò è reso possibile dallo sforzo e dall’impegno congiunto delle Forze dell’Ordine, della Marina Militare, della Guardia Costiera e delle Associazioni di Volontariato – e tra esse la Caritas – coordinate dalla Prefettura. Nell’Anno della Misericordia che si avvia a conclusione si desidera quindi manifestare apprezzamento e riconoscenza alle istituzioni, agli uomini e alle donne che si prodigano, con dedizione e spirito di sacrificio, nell’opera di salvataggio e assistenza ai migranti. Accanto all’emigrazione il Premio celebrerà l’impegno che associazioni, uomini e donne di chiesa nonché laici dedicano, sia in Africa che in altri continenti, all’assistenza. Nell’ambito del PREMIO SAN GIOVANNI PAOLO II PER LA PACE saranno dunque insigniti del riconoscimento la Prefettura di Reggio Calabria, la Caritas Diocesana e Padre Domenico Arena degli Oblati di Maria Immacolata, Missionario in Africa. Il PREMIO PER LA “COOPERAZIONE E LA SOLIDARIETA’ TRA I POPOLI è stato invece conferito alla Guardia Costiera. Accanto all’accoglienza gli organizzatori del Premio vogliono ribadire il “dovere delle memoria”. Saranno dunque ricordati Giulio Regeni e il magistrato reggino Michele Barillaro. Il PREMIO Ζάλευκος per gli Studi Giuridici è stato conferito al Prof. Sen. Nico D’Ascola, Professore Ordinario Diritto Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, Direttore della Scuola di Cultura Politica presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria e Presidente della Commissione Giustizia del Senato della Repubblica. Il PREMIO Πόλις al Dott. Ottavio Sferlazza, Procuratore della Repubblica di Palmi. Il PREMIO URBS RHEGINA al Dott. Carmelo Malacrino, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Il PREMIO ANASSILAOS “CIVITAS EUROPAE” alla Prof.ssa Aude Laquerrière Lacroix, Professore Ordinario di Diritto romano presso l’Università di Champagne e Reims (Francia) e al Prof. Koichi Hada, Archeologo, docente presso l’ Università di Tokyo delle Arti, Facoltà delle arti, Dipartimento di fusione metallica. Esperto di bronzistica antica. PREMIO Μεγάλη Ἑλλάς al Prof. Salvatore Cuzzocrea, Prorettore alla Ricerca nonché ordinario di Farmacologia presso l’Università di Messina; alla Prof.ssa Francesca Fatta, Ordinario di Disegno presso il Dipartimento di Architettura e Territorio dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria; al Prof. Cesare Imbriani, Docente di Economia politica presso la Facoltà di Giurisprudenza della Luiss. Già Ordinario di Economia politica presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “La Sapienza” e Direttore dell’Istituto di Economia e Finanza della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “La Sapienza” e al Prof. Lorenzo Peccati, Emerito, già Professore ordinario di Matematica Finanziaria preso l’Università Bocconi di Milano di cui è stato Prorettore per la Faculty fino all’anno 2014.

Fuori programma la consegna del riconoscimento, non ritirato nella precedente edizione, al Maestro Otello Profazio, da poco insignito del Premio Luigi Tenco, cantore e voce del popolo meridionale. PREMIO RAFFAELE PIRIA PER LA CHIMICA alla Prof.ssa Antonella Leggio, Professore Associato per il settore scientifico disciplinare CHIM/06–Chimica Organica – presso la Facoltà di Farmacia e Scienza della Nutrizione e della Salute dell’Università della Calabria. PREMIO ANASSILAOS Ρήγιoν al Prof. Maurizio Paoletti, Professore associato di Archeologia e storia dell’arte greca e romana presso l’Università della Calabria. Coordinatore del corso di laurea magistrale in Archeologia dell’Università della Calabria, membro del Comitato Scientifico del Museo archeologico di Reggio Calabria e al Prof. Fabrizio Mollo, Docente di Topografia Antica presso il corso di Laurea in Lettere e Archeologia delle Province Romane presso il corso di Laurea Specialistica in Archeologia del Mediterraneo del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina. Il PREMIO ANASSILAOS SALVATORE CALDERONE alla Prof. Marilena CASELLA, docente presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, e di ricerca presso l’École Pratique des Hautes Études di Parigi, dove partecipa al progetto di ricerca internazionale per la realizzazione di un Lexicon Topographicum Antiochenum. PREMIO ALLA CARRIERA alla Prof.ssa Anne Christine Faitrop-Porta, saggista, studiosa di letteratura francese e italiana, autrice del recente saggio “Memoria del Cuore. Racconti della guerra 1915-18” edito da Città del Sole edizioni e alla poetessa Natina Pizzi per l’opera poetica complessiva. Premio MUSICA al Coro Gregoriano “Monserrato” diretto dal suo fondatore M° don Vincenzo Barbieri. Formato da voci femminili è in Calabria un raro esempio di formazione vocale del “Cantus firmus”. Premio FOTOGRAFIA alla Rassegna Corigliano Calabro Fotografia. Premio per il GIORNALISMO a Paolo De Luca, giornalista RAI di politica, parlamento e soprattutto istituzioni, inviato speciale. Dal 2007 al 2010 corrispondente della RAI a Bruxelles, Autore del saggio “La battaglia di Bruxelles. 2011 viaggio al centro della crisi” (Laruffa Editore). Per la SAGGISTICA premiati Padre Pasquale Triulcio per il saggio “Massimiliano Maria Kolbe. Martire di Auschwitz” (Disoblio Edizioni) nel 75° anniversario del martirio e il Prof. Salvatore Borzì per il saggio “Leopardi e i volti di Dio” (Bonanno Editore). Premio CULTURA al reggino Prof. Francesco Idotta, Docente, narratore, poeta e saggista e per la POESIA a Eugenio Ripepi, Poeta, scrittore, attore e cantautore la raccolta poetica “Il carnet del carnefice” (Atene Edizioni). Il PREMIO ANASSILAOS per RICERCA è stato invece conferito a giovani studiosi dell’ area meridionale, alla Prof.ssa Claudia Campolo, ricercatrice presso il Dipartimento DIIES dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, al Prof. Alfio Puglisi, Ricercatore in Metodi Matematici dell’Economia e delle Scienze Attuariali e Finanziarie del Dipartimento di Economia, Università di Messina; all’ Arch. Manuela Bassetta, Architetto e dottore di ricerca in Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura Mediterranea. Assegnista di Ricerca presso il d’ArTe – Dipartimento Architettura e Territorio dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria; al Dr. Paolo Ferreri, Responsabile del Servizio di Ecografia Oftalmica e dell’Ambulatorio per la Malattia Glaucomatosa presso la Clinica Oculistica del Policlinico Universitario di Bari, alla Dr.ssa Cristina Lavorato, Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e Ingegneria Chimica, Università della Calabria (Premio Francesco Cardone) e infine al Dott. Cristian Mondello, Dottore di Ricerca in “Scienze archeologiche e storiche” presso l’Università degli Studi di Messina (Premio Vincenzo Aiello). Tra i giovanissimi, nell’ambito della sezione dedicata ai giovani, le arpiste Sabrina e Simona Palazzolo, il pianista Emanuele Vito De Caria, i fumettisti Carlo Lauro e Roberto Megna, la giovanissima poetessa Martina Sergi (Premio Luca Caccamo) e i neolaureati Fortunata Aurora Basile, Laurea Magistrale in Matematica; Claudia Gandini, Laurea Magistrale in Filologia, Letteratura e Storia dell’Antichità; Antonio Maurizio Loiacono, Laurea Magistrale con una tesi sul tema “La Presenza Araba in Calabria”; Francesca Anastasia Porpiglia, Laurea Magistrale in Economia – indirizzo Economia e Diritto e Pietro Rossetti, Laurea Magistrale in “Archeologia del Mediterraneo.