Reggio Calabria: promessa solenne di soci del K-Kids “Reghion New Generation” per i bambini del “Vitrioli-Principe di Piemonte”

kids2Davvero emozionante ascoltare i bambini della 2^ B dell’Istituto Comprensivo “Vitrioli-Principe di Piemonte” di Reggio Calabria, mentre pronunciano la promessa solenne di soci del K-Kids “Reghion New Generation”. Un club di bambini, sponsorizzato dal Kiwanis Club Reghion 2007, già operante da tre anni all’interno della prestigiosa scuola reggina, guidata dalla Dirigente scolastica dott.ssa Orsola Latella.

Alla cerimonia di  passaggio del collare e della Charter nelle mani del piccolo Carmelo Campolo,  svoltasi nei giorni scorsi presso l’Aula Magna dello stesso Istituto, anche l’omaggio della Presidente Maria Rita Ielo, del K-Kids “Cassiodoro-Don Bosco” di Pellaro, che ha voluto esprimere gli auguri per un nuovo anno Kiwaniano agli amici del club, invitandoli al passaggio della campana del loro club. Oltre ad alcuni genitori e docenti, molte le autorità kiwaniane intervenute per l’occasione: il Past Lgt della Divisione 13 Calabria, Natale Praticò, anche nella veste di Advisor del K-Kids “Cassiodoro-Don Bosco”,  il già Segretario della Divisione 13 Calabria, Demetrio Fiordaliso, la Presidente del KClub Reggio Calabria, Maria Pia Santoro, l’Immediato Past Presidente del KClub Juppiter  Reggio Calabria, Francesco Cardile, i soci del club Reghion 2007, fra cui il Presidente Fortunato Cicciù, la Segretaria Raffaella Crucitti, il Tesoriere Valeriano Zenone, la Chair S.L.P. Anna Maria Reggio,  l’Advisor Builders ed Aktion Club Silvia Biancolini. La cerimonia, condotta da Raffaella Crucitti, in qualità di Adviser del K Kids, si apre con l’ascolto dell’inno europeo e  di quello italiano e, dopo i vari passaggi di rito, ecco giungere l’atteso momento della consegna del collare e della Charter da parte del Past LGT al piccolo Carmelo e dei distintivi kiwanis da parte della prof.ssa Olga Perrone,  Advisor della scuola, al Vice Presidente Andrea Malvaso, al Vice presidente aggiunto Antonio Mandarino,  alla Segretaria Camilla Chiantella, alla Segretaria aggiunta Gaia Micalizzi, al Tesoriere Gabriel Greco  e al Tesoriere aggiunto Francesco Caudullo, ai consiglieri e, da parte del Presidente del KClub Reghion, Cicciù, a tutti i piccoli ed emozionatissimi soci.

Di grande impulso motivazionale per i nuovi K-Kids del “Principe di Piemonte” è stato l’intervento di Natale Praticò, la massima autorità kiwaniana presente quale Past Luogotenente, che  ha auspicato una collaborazione fattiva e produttiva tra i club dei piccoli kiwaniani. A seguire, la Dirigente, dott.ssa Orsola Latella, che ha spiegato come l’iniziativa rientri nei percorsi educativi, promossi dalla scuola, per sviluppare nei bambini sentimenti di solidarietà e senso civico e  come il Kiwanis, con queste iniziative, entri a pieno titolo a comporre la c.d. “società educante”. Il Presidente Fortunato Cicciu’ ha evidenziato che la collaborazione con il club dei bambini arricchisca il club sponsor di tanti sentimenti; difatti dall’entusiasmo dei bambini sorge la necessità di effettuare dei service che apportino valore aggiunto alla scuola. L’obiettivo di quest’anno è l’acquisto di un defibrillatore, oltre a continuare con la cura dei beni comuni. Particolarmente significativo l’intervento del neo presidente del K kids Reghion New Generation, Carmelo Campolo, il quale ha esordito condividendo la felicità per il nuovo inizio del K-Kids, che – ha tenuto a sottolineare -  “non è una responsabilità soltanto per me, ma anche per tutti i soci”.

Al K-Kids, che riprende il percorso quest’anno, è anche pervenuto telefonicamente il gradito messaggio di augurio del Governatore Eletto del Kiwanis Distretto Italia-San Marino, Giuseppe Fabio Cristaldi.

Un grande ringraziamento alla Preside Orsola Latella, alla Vicaria Maria Antonietta Morabito, alla Advisor del K-Kids Olga Perrone, alla dott.ssa Domenica Nucera ed ai genitori per la preziosa collaborazione e per quanto faranno per la formazione dei futuri leaders kiwaniani nell’assolvimento del loro solenne impegno:

Come K-kids prometto di servire il mio quartiere e la mia scuola, di rispettare l’ambiente, di provare a fare del mondo un posto migliore in cui vivere”.