Reggio Calabria, processo “Tnt 1″: ecco la sentenza della Corte d’Appello, condanne pesanti [NOMI e DETTAGLI]

Reggio Calabria, ieri la sentenza della Corte d’Appello sul processo “Tnt 1″: ecco cos’hanno stabilito i giudici

tribunale faldoniNella giornata di ieri, martedì 8 novembre, la Seconda Sezione Penale della Corte d’Appello di Reggio Calabria ha pronunciato la sentenza del processo “Tnt”, riformando così la sentenza emessa il 15 dicembre 2014 dal GIP del Tribunale di Palmi, che era stata appellata dai 10 imputati i quali avevano subito pesanti condanne perchè riconosciuti, a vario titolo, colpevoli di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine, furti, traffico di armi ed esplosivo. L’operazione dei Carabinieri di Reggio Calabria risaliva all’aprile 2013: gli agenti dell’arma avevano provveduto agli arresti dopo l’attività investigativa nata da una perquisizione domiciliare risalente all’aprile 2012. Un’inchiesta che ha poi avuto seguito con l’operazione “Tnt 2″ che nel 2015 ha portato a sgominare la cosca Franco, ma questa è un’altra storna.

Di seguito pubblichiamo i provvedimenti della Corte d’Appello di ieri nei confronti degli imputati, con la relativa pena:

  • Domenico Demetrio Battaglia, pena rideterminata in 8 anni e 4 mesi di reclusione e 1.600 euro di multa
  • Giovanni Cilione, pena rideterminata in 7 anni, 9 mesi e 10 giorni di reclusione e 1.800 euro di multa
  • Ivano Cirillo pena rideterminata in 6 mesi di reclusione e 60 euro di multa, già ridotta per i benefici di rito
  • Vincenzo Fortugno, pena rideterminata in 2 anni e 8 mesi di reclusione e 340 euro di multa
  • Teodoro Moro, pena rideterminata in 10 anni, 5 mesi e 10 giorni di reclusione e 2.640 euro di multa
  • Massimo Murina, pena rideterminata in 7 anni e 10 mesi di reclusione e 1.800 euro di multa
  • Massimo Piccolo, pena rideterminata in 7 anni e 4 mesi di reclusione e 1.200 euro di multa
  • Giuseppe Zampaglione, pena rideterminata in 9 anni e 8 mesi di reclusione e 2.800 euro di multa

Confermata invece la condanna nei confronti di Damiano Roberto Berlingeri e Osvaldo Surace al pagamento in solido delle spese del grado di giudizio.