Reggio Calabria, plateale protesta di un disabile residente in una “casa parcheggio” a Santa Caterina [FOTO e INTERVISTA]

Reggio Calabria, eclatante protesta a Santa Caterina: uomo disabile sfoga la sua rabbia nei confronti delle istituzioni

protesta-disabile-7In via Esperia a Reggio Calabria un disabile che vive all’interno delle “case parcheggio” stamattina ha iniziato a lanciare oggetti dal 3° piano e poi ha esposto dei cartelloni per protestare contro le situazioni disagiate in cui vive insieme alla moglie. L’uomo, Salvatore Sgrò, pesa 230 chili e vive con una pensione di soli 290 euro. La protesta ha lo scopo di sensibilizzare chi di dovere visto che Sgrò vive al terzo piano senza ascensore, non ha possibilità di muoversi, non ha soldi e non può neanche lavarsi dato che ogni qual volta si fa la doccia, cade acqua al piano sottostante e la signora di sotto deve stare con l’ombrello. Stamattina a Santa Caterina sono arrivati i vigili per deviare il traffico ed evitare che si ferisse qualcuno. Successivamente l’uomo è sceso e si è piazzato con la sedia a rotelle in mezzo alla strada con i vigili che cercavano di gestire la situazione. Le “case parcheggio” sono case popolari che da “provvisorie”, come erano state intese ai tempi, sono poi diventate definitive. In sostanza si tratta di un ghetto di gente disagiata di fatto abbandonata dallo Stato. Ecco le immagini della protesta: