Reggio Calabria, Misefari: “importanti passi avanti per la realizzazione del nuovo ospedale”

Il consigliere Misefari di Reggio Calabria ritiene che si siano fatti importanti passi avanti per la realizzazione del nuovo Ospedale. Continuiamo a lavorare per e nell’interesse dei cittadini

consegna-del-terreno-per-nuovo-ospedale-59Reggio Calabria «Una giornata storica quella di lunedì non solo per la Città metropolitana di Reggio Calabria, ma per l’intera Regione: prima l’inaugurazione del tanto atteso nuovo Pronto Soccorso e dei reparti di Neonatologia e Cardiochirurgia e, successivamente, la consegna al Comune, da parte dell’Agenzia del Demanio, rappresentata nell’occasione dal Direttore Generale Roberto Reggi, dei terreni sui quali sorgerà il nuovo ospedale. Contestualmente, questi terreni sono stati ceduti all’Azienda Ospedaliera per incrementare la struttura già esistente al polo Morelli e procedere alla realizzazione di un ospedale all’avanguardia», è quanto dichiarato dal consigliere delegato del Sindaco alla Sanità Valerio Misefari.

«La sinergia tra enti istituzionali quali l’Agenzia Nazionale del demanio e la direzione dell’Azienda Ospedaliera, unitamente all’impegno del Sindaco Giuseppe Falcomatà, hanno portato a questo importantissimo risultato. La realizzazione di una struttura moderna – ha proseguito il consigliere Misefari – in linea con i canoni attuali della medicina e dell’assistenza ospedaliera, sono necessari in una città che vuole crescere e che vuole stare al passo con le altre strutture ospedaliere italiane, per offrire ai cittadini un’assistenza sanitaria nel proprio territorio senza la necessità di doversi spostare per usufruire di servizi che sono essenziali per la salute e che devono essere garantiti a tutti».

«Determinazione, lavoro continuo e costante hanno portato a questi risultati. Continueremo a lavorare sempre e solo per l’interesse dell’intera comunità. Nel campo sanitario la nostra città offre professionalità indiscusse che, messe in condizione di poter operare con strumenti adeguati dal punto di vista logistico e tecnologico, possono determinare quel salto di qualità necessario a costruire un sistema sanitario moderno vicino alle esigenze dei cittadini» ha concluso il consigliere Misefari.