Reggio Calabria, il Sul sulle mense scolastiche chiede un incontro all’Amministrazione

REFEZIONE SCOLASTICA NELLA SCUOLA ELEMENTARE, BAMBINI SI SERVONO DA SOLI, SELF SERVICE, MENSA SCOLASTICA, SERVITA DALLA DITTA MILANO RISTORAZIONE - MENSA ATT QUERZE  - fotografo: FOTOGRAMMA“L’assemblea pubblica tenuta ieri lunedì 28 novembre 2016 ha stabilito di richiedere un incontro con i vertici politici ed amministrativi interessati dell’Amministrazione Comunale reggina per chiedere la piena tutela del diritto alla continuità nel lavoro per i dipendenti delle Mense scolastiche Comunali reggine. L’assemblea ha espresso l’auspicio che gli annunci apparsi sulla stampa, che parlano di una pronta riapertura immediatamente dopo le vacanze natalizie, siano veritieri e non condizionati dalla campagna referendaria. Gli addetti alle mense vorrebbero rientrare prima possibile nel loro posto di lavoro, atteso che molti hanno terminato o stanno per terminare il sussidio di disoccupazione. Restano, però, da chiarire alcune situazioni che il confronto con il Comune dovrebbe definire:

  1. 1.        avere la certezza che l’ASP abbia effettivamente rilasciato quell’autorizzazione ad erogare il servizio che mancava 10 giorni addietro;
  2. 2.        provvedere tempestivamente agli appalti delle opere edili e manutentive, peraltro già predisposti dal settore con un notevolissimo e lodevole impegno, per mettere a norma  i  locali delle 77 unità scolastiche interessate;
  3. 3.        bisogna espletare l’appalto per il servizio con immediatezza perchè sia possibile avere una azienda nella pienezza delle sue attribuzioni. Qualora I tempi non consentissero l’espletamento delle procedure d’appalto si dovrebbe ricorrere ad un affidamento temporaneo fino alla conclusione dell’anno scolastico. Rimane ferma la nostra richiesta di indire il bando di gara per l’aggiudicazione del servizio entro febbraio/marzo del 2017 e che le norme e le modalità siano concordate con I sindacati rappresentativi del personale già dipendente;
  4. bando o affidamento che sia occorre ricordare che il Comune è tenuto a inserire la clausola sociale e a farla rispettare dall’azienda aggiudicataria. La clausola sociale è espressamente prevista dal Contratto Nazionale e consiste nel riconoscimento del di-ritto del dipendente di permanere in servizio quale che sia l’azienda aggiudicataria alle stesse condizioni del rapporto di lavoro precedente. Ricordiamo che l’assenza di clausola sociale è causa di nullità e costituirebbe, oltre che una lesione grave dei diritti dei lavoratori in questione, un elemento di contenzioso legale che il SUL e il COORDINAMENTO DIPENDENTI MENSE COMUNALI intendono evitare, se possibile.

Il SUL e il COORDINAMENTO DIPENDENTI MENSE COMUNALI hanno preso l’impegno a monitorare l’andamento di questa importante vertenza e a impegnarsi  perchè sia ripristinato un servizio che rende più vivibile e civile la nostra città“. E’ quanto scrivono in una nota Francesca Pizzicheni, coordinamento dipendenti mense comunale e Aldo Libri, segretario Sul Reggio Calabria.