Reggio Calabria, il movimento Oltre: “si alla rimodulazione del Decreto Reggio”

palazzo san giorgio (2)“A due anni esatti dal suo secondo compleanno l’Amministrazione Falcomatà  consegna alla sua città un volto nuovo e dalle più rosee prospettive. Nel Consiglio Comunale di sole poche ore addietro un’altra pagina importante è stata scritta nella nostra città, con degli effetti che magari vedremo da qui a qualche anno, ma che sicuramente cominciano a prendere forma e sostanza.  Voglio esprimere in queste poche righe tutto la mia approvazione e soddisfazione a nome mio personale e del Movimento tutto, per quanto fatto con copioso lavoro dal Presidente della Commissione Consiliare Assetto del Territorio Ing. Giuseppe Sera ed ai suoi componenti tutti, al Sindaco Avv. Giuseppe Falcomatà, ma anche a tutta l’Amministrazione, per il risultato raggiunto nella seduta di ieri, in merito alla rimodulazione delle opere del Decreto Reggio.  Come già altri hanno brillantemente sostenuto, uno stravolgimento in parte delle opere pubbliche che vede finalmente avere un idea precisa di città nel futuro, che vede delle cose prioritarie da completare o realizzare ed altre messe da parte poiché sarebbero delle sole cattedrali nel deserto; insomma un disegno politico ben preciso che prende forma, non come qualcuno vuol fare intendere con uomo solo al potere ma con il coinvolgimento di tutti. Lo stesso Presidente della Commissione Consiliare, ha più volte ribadito ieri in seno al Consiglio, che questo lavoro è il frutto di più passi indietro fatti da ciascun attore e nessun personalismo”, è quanto scrive in una nota Carmelo Versace del Movimento Oltre. “C’è questo e tanto altro nell’approvazione a maggioranza – prosegue- della rimodulazione del Decreto Reggio ieri votato, pochi emendamenti rispetto a quanto già deliberato a giugno e si va avanti passo dopo passo con tanta umiltà. Non posso non citare in questo spaccato storico le tante opere che risiedono nel territorio della oramai ex IV° Circoscrizione, l’intenzione infatti di recuperare i rioni F e G di via Trabocchetto, la riqualificazione urbana delle aeree adiacenti del Santuario del Volto Santo, la zona del tiro a segno, il Centro civico e sociale e Centro Sportivo e Polivalente in Condera, la riqualificazione della fontana di Tre Aie, ed ancora in riferimento ad altre importanti zone della nostra città il rione Ceci, rione Ferrovieri, il campo di calcio ad Arangea. Scuola elementare di Mosorrofa, ancora i muraglioni di via Possidonea e tanto altro. A quest’Amministrazione tutta va il mio personalissimo plauso, per aver dato ancora una volta spazio alle idee concrete e non soltanto a teoremi mai messi in pratica, andiamo avanti così, una nuova città stiamo costruendo per un futuro più certo e più vivibile per le nostre famiglie”, conclude.