Reggio Calabria, il Comune faccia chiarezza sul transito dei mezzi sul Corso Garibaldi [FOTO]

Reggio Calabria: tanti paradossali segnali contrastanti tra loro nel cuore del centro cittadino; totale anarchia segnaletica, un forestiero impazzirebbe

reggio-calabria-segnali-corso-garibaldi-2E’ necessario che si faccia chiarezza sul transito dei mezzi sul Corso Garibaldi, inteso per la porzione che inizia al McDonald’s fino a piazza Duomo, in quanto vi sono alcuni cartelli che indicano la zona a traffico limitato, ma gli stessi sono privi di validità in quando sono posizionati in contrasto con l’altra segnaletica stradale; come si evince dalle foto a corredo, dalle vie che si intersecano con il corso è assolutamente concesso il transito, d’altra parte qualora non lo fosse tali vie perderebbero la loro funzione di collegamento. Via Cairoli, nel primo tratto accessibile solo provenendo dal corso, allo stato attuale non può essere transitata dalla via S. Francesco da Paola; la via Gesualdo Melacrino con un divieto d’accesso valido solo il martedì e giovedì così come riportato sul cartello, e che riporta un cartello di precedenza nel tratto ad intersezione con il corso, andrebbe chiusa dato che non potendo poi procedere sul corso verrebbe anche scomodo e pericoloso parcheggiare e dover immettersi su via S. Francesco da Paola in retromarcia; la Via XXI Agosto che termina ad intersezione con il Corso Garibaldi prevede un cartello di precedenza e di direzione obbligatoria a sinistra, ovvero sul Corso Garibaldi, ma pochi metri dopo vi è un cartello di zona a traffico limitato, che però non viene ripetuto dopo la successiva prosecuzione della via XXI Agosto a due sensi di marcia che si interseca anch’essa con il Corso Garibaldi, né dopo Via Lemos accessibile sempre dal Corso, e continuando così fino a piazza Duomo con le due vie successive. Anche nei pressi della Questura, la via Guglielmo Pepe , riporta un cartello di direzione consentita ad intersezione con il Corso, senza nessun divieto di transito o avviso di zona a traffico limitato! Anche all’incrocio con il McDonald’s, la via Aspromonte riporta un cartello d’obbligo con direzione sia per avanti che verso sinistra, sempre sul Corso Garibaldi. Tali incongruenze di segnaletica, unite ai cartelli di divieto di sosta lungo tutto il corso che appunto indicano sì il divieto della sola sosta ma non della fermata (quindi è previsto il transito?) stanno creando vari disagi alla viabilità ed incomprensioni con le forze dell’ordine, chi dice che si può passare chi no, fatto sta che se una segnaletica indica la possibilità di proseguire sul corso non si può certo sanzionare e contestare chi vi transita. E’ necessario che si faccia chiarezza onde evitare inutili grattacapi per i cittadini reggini già abbastanza provati da faccende ben più importanti del discutere su due cartelli in contrasto fra loro, queste barzellette non potevano che capitare nella neo Città Metropolitana!

A corredo numerose foto con descrizione comprovanti l’assoluta inadeguatezza ed invalidità dell’attuale situazione di viabilità intorno all’area del corso.