Reggio Calabria: i dipendenti di Equitalia aderiscono allo sciopero nazionale a Roma

A Reggio Calabria i dipendenti di Equitalia aderiscono allo sciopero nazionale a Roma

Equitalia Sud“Quasi 3000 colleghi in piazza a Roma e non più del 6% al lavoro negli uffici complessivamente nelle varie province italiane: questi i dati che dimostrano lo straordinario successo dell’odierna giornata di sciopero e manifestazione nazionale dei dipendenti del Gruppo Equitalia, per rivendicare il rispetto del loro lavoro, della loro dignità oltre che della loro incolumità fisica. Questo fortissimo consenso impegna tutti noi a portare avanti la mobilitazione fino al raggiungimento degli obiettivi prefissati, e deve anche imporre alle forze politiche e parlamentari una maggiore attenzione alle esigenze di una categoria da troppo tempo irresponsabilmente strumentalizzata, ed ingiustamente esposta ad ogni tipo di attacco e di offesa. Il grande successo odierno non può consentire a nessuno di abbassare la guardia: la mobilitazione continua, anche con un presidio sindacale davanti a Palazzo Montecitorio il prossimo mercoledì 16, e l’impegno di tutta la categoria continuerà oltre l’approvazione della Legge fino alla realizzazione del nuovo ente nel rispetto delle condizioni e dei diritti di tutti i lavoratori. Anche Reggio Calabria ha dato il proprio contributo. I Lavoratori delle sedi di Equitalia di Reggio e provincia  hanno aderito in maniera compatta allo sciopero, con la totale chiusura degli sportelli e degli uffici nel giorno 14 u.s.. Una folta delegazione di Lavoratori reggini si è inoltre recata alla manifestazione di Roma, presidiando piazza Madonna della Consolazione, per unirsi al coro di proteste, gridando il loro forte sdegno contro il continuo vilipendio perpetrato ai loro danni anche dalla politica e dalle istituzioni“, conclude Il Coordinamento Provinciale di Reggio Calabria First Cisl – Equitalia.