Reggio Calabria: Delfino esprime la sua solidarietà alla Cooperativa sociale “Città del Sole”

Demetrio DelfinoIl Presidente del Consiglio Comunale, Demetrio Delfino esprime la sua solidarietà alla Cooperativa sociale “Città del Sole” che dal 1990  ospita, presso la sua struttura, un numero consistente di ragazzi affetti da patologie psichiatriche,di cui alcuni anche gravi. “Il lavoro svolto dalla  cooperativa sociale “Città del Sole”, che si articola in piena coerenza e rispetto dei principi sanciti dalla legge Basaglia, rappresenta in città – dichiara Delfino – un esempio virtuoso di come i ragazzi, affetti da patologie psichiatriche, vengono assistiti all’interno dei questa struttura. Un lavoro, quello svolto dal personale impegnato, che si traduce in un grande aiuto e sostegno alle famiglie, specialmente quando entrambi i genitori lavorano, nella complessa e difficile gestione di un figlio con patologie di natura psichiatrica. Circa 25 anni addietro  - spiega Delfino – l’edificio è stato acquistato dal Comune di Reggio Calabria su richiesta dell’Azienda Sanitaria e, a distanza di tempo, necessita di necessari e costosi interventi di natura manutentiva per rendere l’ambiente più adatto oltre alle esigenze dei ragazzi ospitati anche al personale che vi lavora. Poiché la medesima cooperativa, in relazione alle procedure di accreditamento delle strutture, ha individuato un immobile sul mercato privato che per la disponibilità di spazi sia interni sia all’aperto risponde meglio alla gestione e alle esigenze dei ragazzi, attende l’autorizzazione da parte dell’Asp per effettuare il trasferimento provvisorio in attesa del completamento delle procedure per ottenere l’accreditamento definitivo. Si tratta di una esigenza fortemente avvertita non solo dalle famiglie interessate ma anche dalla stessa cooperativa che così trova nelle condizioni di poter meglio svolgere le sue funzioni assistenziali. Andare incontro alle esigenze e ai bisogni delle fasce più deboli della nostra società se da un lato rappresenta un dovere da parte delle istituzioni, dall’altro rappresenta un diritto, da parte di tutti i cittadini svantaggiati, di ottenere la giusta attenzione ed assistenza che una società civile deve necessariamente garantire”, conclude Delfino.