Reggio Calabria: campagna di donazione del sangue del grande ospedale metropolitano

donazione-sangueDomenica 27 novembre e domenica 11 dicembre il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, AVIS E Adspem FIDAS, organizzano una giornata straordinaria di raccolta del sangue per far fronte alla perenne emergenza che contraddistingue la sanità reggina. Aumenta il numero dei pazienti, aumentano i servizi sanitari e le Unità Operative dell’Ospedale (Cardiochirurgia fra le altre), e al contempo aumenta anche il bisogno di sangue. Il sangue umano – si sa – rappresenta la “materia prima” fondamentale per il buon funzionamento di un Ospedale, è indispensabile alla vita e non è riproducibile in laboratorio. Tutto ciò determina un costante bisogno di approvvigionamento al quale nessuna Istituzione può far fronte, nonostante il grande lavoro profuso dalle associazioni di volontariato. Pertanto il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria chiede aiuto alla città avviando una campagna straordinaria di raccolta e sensibilizzazione alla donazione solidale. Perché donare il sangue è un piccolo gesto che produce grandi effetti: può davvero salvare delle vite e rendere migliore quella di molti. La profondità e la portata di questi effetti talvolta non si può nemmeno immaginare, ciò nondimeno esiste e cammina, sorride e vive accanto a noi.  L’Ospedale Metropolitano si è messo in moto per trasformare le due giornate di raccolta in qualcosa di più di una campagna di donazione. L’obiettivo è quello di far fronte alle contingenze ed al contempo avviare un movimento di opinione che innesti nella cittadinanza la cultura della donazione e della solidarietà; ovvero la consapevolezza che donare il sangue rappresenta “un’azione nobile e necessaria”. Per questo motivo, chiunque volesse effettuare una donazione di sangue potrà recarsi domenica 27 novembre e domenica 11 dicembre al Presidio Ospedaliero Morelli, nella sede comunale dell’AVIS oppure presso l’autoemoteca dell’Adspem FIDAS a Santo Stefano d’Aspromonte. Un gruppo di professionisti vi accoglierà per rispondere alle vostre domande e se necessario controllerà il vostro stato di salute.  “La tua salute per la Salute di tutti” è dunque un modo per far del bene agli altri ed anche a sé stessi, perché in fondo chi dona con gioia ha nel dono stesso la propria ricompensa.