Reggio Calabria, Burrone: “sull’aeroporto basta strumentalizzazioni. Azione di responsabilità per smascherare le bugie di Raffa”

aeroporto dello stretto“Un’azione legale seria e concreta per accertare la paternità del disastro. E’ l’unica cosa sensata da fare in questa situazione. Vogliamo sapere chi, dentro e fuori Sogas, ha determinato con scelte e comportamenti scellerati tutto ciò che è avvenuto in questi anni. E’ inconcepibile che oggi qualcuno pensi di cavalcare la protesta, legittima, dei cittadini, celando il fatto che coloro che hanno governato la società di gestione dello scalo reggino negli ultimi cinque anni hanno nomi e cognomi ben precisi”. E’ quanto dichiara in una nota il consigliere comunale di Reset Filippo Burrone.

“Ben vengano le manifestazioni di piazza – ha aggiunto Burrone  – ma è davvero inaccettabile che all’ultima iniziativa tenutasi in piazza Italia, abbiano partecipato, prendendo anche la parola al microfono, alcuni rappresenti di Idea Calabria, stesso movimento politico a cui fa riferimento il Presidente Raffa che, nei fatti, risulta il principale responsabile dell’attuale situazione dell’Aeroporto dello Stretto. Assurdo che Raffa arrivi a sostenere che l’aeroporto sia ancora aperto solo grazie all’amministrazione provinciale, da lui ad oggi presieduta, seppur in regime di prorogatio. Chi è il responsabile della gestione finanziaria dissennata delle casse Sogas di questi anni dovrebbe semplicemente avere il buon senso di tacere. Soprattutto se continua a non dare seguito all’avvio dell’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori di Sogas, nonostante sia stata chiesta all’unanimità sia dal Consiglio comunale reggino che dal Consiglio della Città Metropolitana. Vergognoso che si tenti di strumentalizzare la buona fede di tanti cittadini che giustamente vedono nel fallimento della Sogas e nelle difficoltà evidenziate dall’Aeroporto, una condizione oggettivamente negativa per l’intera città”.

“E’ intollerabile – ha aggiunto Burrone – che qualcuno tenti di utilizzare la disfatta della Sogas per fare mera propaganda politica, tentando di celare le proprie responsabilità. Ancora peggio se questi soggetti sono gli stessi che appena qualche mese fa andavano a farsi le passeggiate a Dublino, facendosi fotografare con i rappresentanti di qualche compagnia low cost, alludendo a qualche salvifico intervento per l’aeroporto dello Stretto che puntualmente si tramutava in un buco dell’acqua. Al presidente Raffa chiediamo ad esempio come mai non si è mai dato seguito al progetto del car sharing, per il quale, apprendiamo proprio in questi giorni dalla stampa, sono state impiegate ingentissime risorse pubbliche, addirittura più di mezzo milione di euro, con le auto inesorabilmente ferme nel parcheggio dell’aeroporto”.

“Ed ora che la prospettiva è quella del licenziamento del personale di Sogas – ha concluso il Consigliere Burrone – il presidente Raffa, insieme alla parte politica che l’ha sostenuto in questi anni, tenta di confondere le acque sostenendo falsità e strumentalizzazioni, agitando megafoni con il mero intento di dissimulare le proprie responsabilità, invece di lavorare in silenzio e a testa bassa, come ha fatto il Sindaco Falcomatà in questi mesi. Dopo aver fatto fallire la Sogas, Raffa ora tenta di far sembrare che stia tentando lui di salvare l’aeroporto. Un giochino che però non prenderà in giro per l’ennesima volta i cittadini, finalmente oggi consapevoli e pronti a smascherare le sue bugie”.