Reggio Calabria, AN: “che fine ha fatto la città gentile e sicura?”

reggio calabria dall'alto“5 sono i Dirigenti che in questi due anni di Amministrazione Falcomatà si sono succeduti alla guida del Comando della Polizia Municipale della città di Reggio, dove negli ultimi mesi sono stati avviati oltre 100 contestazioni disciplinari su circa 180 dipendenti in servizio allo stesso Comando, con trattenute stipendiali, sospensioni dal servizio di alcuni operatori, fino ad arrivare, addirittura, ad avviare un procedimento con la previsione della sanzione disciplinare del licenziamento”. Lo afferma in una nota Roberto Pagano – Azione Nazionale Reggio Calabria.

“Numeri questi che già da soli potrebbero dare una spiegazione al clima di “sconcerto” e di “sconforto” che regna tra gli Agenti di Polizia Urbana ed in città. Clima reso ancora più preoccupante dal “silenzio assordante” del Sindaco Falcomatà su queste ormai note vicende, mentre gli interventi, per quanto di competenza e per dare quanto meno ascolto alle OO.SS. ed ai dipendenti, dell’Assessore alla “Città gentile e sicura” Giovanni Muraca, ai più sono sembrati solo uno sterile “vi faremo sapere”. Se le OO.SS. hanno più volte chiesto l’intervento del Sindaco Falcomatà, significa che hanno evidentemente ravvisato dei validi motivi; gli stessi motivi per i quali hanno presentato, come si apprende dalla stampa, un esposto/denuncia al Sig. Prefetto di Reggio Calabria per descrivere al meglio la situazione al riguardo, annunciando nel contempo di aver avviato tutte le procedure normativamente previste per tutelare anche nelle sedi giudiziarie i lavoratori, vittime, a loro dire, di questo “sistema punitivo”. La presenza della Polizia Municipale in città è vitale per recuperare quel decoro urbano e quel “vivere civile” che nei due anni e mezzo nefasti del Commissariamento ed in questi due anni bui dell’Amministrazione Falcomatà sono andati dispersi. Le pressanti esigenze che quotidianamente provengono dalla cittadinanza devono avere delle risposte chiare e non più procrastinabili. Il Sindaco Falcomatà dica, pertanto, quali iniziative intende intraprendere per consentire a tutti gli operatori del Comando della Polizia Municipale di svolgere con dignità e serenità i delicati compiti loro attribuiti e soprattutto per quanto tempo ancora la struttura dovrà fare a meno di un vero e proprio Comandante”.