Reggio Calabria: addetti pulizie all’Università, domani è proclamato lo sciopero

università mediterraneaLa protesta indetta dalla Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uil Trasporti che seguono il settore pulimento nasce dai continui ritardi nel pagamento delle retribuzioni che ad oggi devono percepire la retribuzione del mese di Settembre nonché le somme previste dalla normativa per il contratto di solidarietà effettuato negli ultimi due anni. Domani mattina, venerdì 04 novembre, i lavoratori addetti al servizio di pulimento dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria facenti capo alla SGS Srl con sede legale a Roma e sede operativa a Reggio Calabria, effettueranno una giornata di sciopero con un sit-in di protesta a partire dalle ore 10,00 di fronte la sede della Facoltà di Architettura. La protesta indetta dalla triplice nasce dai continui e reiterati ritardi nel pagamento delle retribuzioni già basse per il ridotto orario di lavoro. “Questi lavoratori, monoreddito e spesso di famiglie bisognose, sono disperati e sin dalle prime battute la SGS non ha mai rispettato i tempi di pagamento- spiegano Samantha Caridi, Rita Raffa e Domenico Lombardo rispettivamente Segretari della Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti di Reggio Calabria”. La triplice durante il Sit-in di domani chiederà un incontro al Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria visti i reiterati disagi e inadempimenti da parte della SGS Srl. “Quest’azienda non ha mai rispettato gli impegni assunti, anche in sede istituzionale, mentre questi lavoratori non sanno più come sbarcare il lunario- spiegano i sindacalisti”. L’università non può ritenersi estranea al dramma e ai disagi di questi lavoratori perché parte di questi problemi dipendono anche dalla tipologia di appalto predisposto. Comprendiamo come questo sia un periodo di crisi e sacrifici per tutti ma in questo modo a pagare sono i lavoratori che non vedono rispettato il loro primario diritto ad essere pagati a fronte di un lavoro fatto. Lavoratori già in condizione di gravi ristrettezze difficoltà”.