Reggio Calabria: 32esima edizione della Mediterranean Cup. Una leggenda che si ripete

barca a velaE’ tempo di alzare i trofei nella giornata conclusiva della 32° Mediterranean Cup – Trofeo LH Hotel Lido. Durante i due giorni della regata, Reggio ha regalato agli oltre cento, partecipanti provenienti dall’Italia e dalla Norvegia, Malta , Slovenia e Usa un clima estivo con tanto sole e vento sufficiente per poter assegnare il titolo di campione di un evento velico ormai consolidato incipit di successo per la Reggio che vuole affermarsi nel mondo. Ma non c’è stato solo spettacolo sportivo che ha allietato lo specchio d’acqua antistante al lussureggiante Lungomare. Il villaggio della vela, allestito al Lido Comunale, ha attirato migliaia di reggini che si sono riappropriati di una struttura che è un vero delitto abbandonare a se stessa e non utilizzarla per questa e altre manifestazioni fuori dalla stagione balneare. Il tema è stato l’Ambiente e le fonti rinnovabili e a dare una mano ai dirigenti del Velico si sono messi , con la competenza di sempre Ecolandia e il museo paleo marino che hanno attirato nei loro stand una miriade di visitatori . Accanto a questa partecipazione si è voluto tracciare il significato della salute e della alimentazione grazie ad alcune ditte come Bio City e Industria Dolciaria De nardo si sono potuti apprezzare prodotti della tradizione come il pane di grano condito con l’olio calabrese e i mostaccioli . Tutti rigorosamente a chilometro zero e con gli ingredienti più sani e genuini della nostra terra. Varie realtà messe assieme e che fanno riappropriare ai cittadini la città e i suoi luoghi simbolo e che ricostruiscono, in una sana complicità, il suo rapporto con il mare. E come dar torto agli appassionati organizzatori del Circolo Velico Reggio visto l’ambiente , i colori, le immagini che questa e tante altre sfide sportive sanno proporre all’intero Paese. L’ennesimo capitolo, il trentaduesimo della classica della vela giovanile internazionale si è concluso e dopo tre combattutissime prove questa è la classifica. Nella categoria juniores i primi tre sono giunti con il seguente ordine: primo lo Sloveno Cante Daniel seguito dal maltese Schulthreles Richard e dall’altro connazionale Saul Vassallo. Quarto lo statunitense Peter Foley e solo 5° Marco Genna della Società Canottieri Palermo. Nella categoria cadetti vittoria indiscussa dell’americano Andrej Foley , seguito dagli italiani Alessandro Cortese del Club Velico Crotone , Tommaso de Fontes del Nic Catania, Alice Ruperto del Club Velico Crotone e da Gioele Riccobono del Circolo vela Sicilia. Nella classifica Prima Vela tre i vincitori nel seguente ordine: Eliana Colella,Filippo Infantino e Aurora Melissari tutti del Circolo Velico Reggio.

32-med-cup-cadetti-dopo-tre-prove

32-med-cup-juniores-dopo-tre-eprove-1

32-med-cup-primavela-dopo-tre-eprove-2-1