Reggina, DASPO per 2 tifosi per aver “acceso e utilizzato fumogeni nel derby contro il Cosenza”

Reggina, 2 DASPO per tifosi della Curva Sud: il Comunicato della Questura

reggina-matera-3Prosegue, senza soluzione di continuità, l’attività della Polizia di Stato volta al contrasto ed alla repressione della violenza in occasione delle manifestazioni sportive nella provincia reggina. Lo scorso 27 ottobre, sono stati emessi dal Questore di Reggio Calabria due provvedimenti di D.A.SPO., rispettivamente per la durata di anni 3 e anni 5, nei confronti del 29enne reggino Domenico Pangallo e del 38enne reggino Umberto Sarica, quest’ultimo già destinatario di analogo provvedimento terminato nel novembre dello scorso anno. I due soggetti, tifosi della Reggina, durante l’incontro di calcio contro la squadra del Cosenza, disputatosi il 25 settembre scorso presso lo stadio Granillo di Reggio Calabria, “si sono resi responsabili dell’accensione e dell’utilizzo di fumogeni“, come spiega la Questura nel Comunicato Stampa che riportiamo integralmente.

Il G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria, all’esito del giudizio di convalida, ha confermato la legittimità delle prescrizioni dell’obbligo di presentazione presso gli Uffici della Questura per l’intera durata dei D.A.SPO. in argomento, comminate contestualmente al divieto di avvicinamento ai luoghi ove si svolgono competizioni sportive. Con i citati provvedimenti, viene ribadita la ferma volontà della Questura di Reggio Calabria “di rendere gli stadi della provincia reggina luoghi sicuri e fruibili da parte di tutti, tifosi di ogni età e famiglie, ove poter assistere con gioia e serenità a manifestazioni sportive, sostenendo con passione la propria squadra, sempre nel rispetto della legalità, delle più elementari regole di civile convivenza e all’insegna dei sani valori dello sport“.