Referendum, iniziativa di Idea Calabria a Bagnara

idea-calabriaSì è svolta a Bagnara Calabra, in una sala gremita di giovani, amministratori e cittadini, la settima tappa del tour del No promosso da Idea Calabria. Tappa che è stata organizzata dal coordinatore di Idea Calabria per l’Area della Costa Viola, Pasquale Pirrotta. Tanti gli interventi per spiegare, in maniera chiara e precisa, quelli che sono gli aspetti più drammatici di una riforma costituzionale che, attraverso assurde manovre di informazione e subdole intenzioni, ha il solo scopo di strappare la sovranità al popolo italiano, impedendogli di fatto di eleggere i propri rappresentanti in Parlamento e che devia tutto il potere nelle mani di un solo soggetto, togliendo così autonomia territoriale e regionale e trasformando la nostra Repubblica in un premierato dittatoriale. Nel dibattito, magistralmente moderato da Vincenzo Tripodi, membro di Idea Calabria, hanno relazionato: Pasquale Pirrotta, coordinatore dell’Area della Costa Viola di Idea Calabria e promotore dell’evento, Michele Spoleti, membro di Idea Calabria, Carmela Bagnato, una straordinaria new entry del movimento, Michele Filippelli, Presidente del Comitato Centro Studi “La Pira” e Giuseppe Raffa, presidente dell’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria. Oltre ad un breve saluto, tramite videomessaggio, da parte del Coordinatore di Idea Calabria, Pietro Borrello sono stati numerosi gli interventi del pubblico in sala da parte di cittadini ed esponenti di associazioni e comitati, che hanno inteso esprimere la loro motivazione al no al referendum, tra cui: Giuseppe Surace, Peppe Bilardi, Leonardo raso l’avv. Zoccai, Maurizio Arena, Roy Biasi e Lorenzo Micari. Forte l’appello di Pasquale Pirrotta che dopo aver dato un caloroso benvenuto ad un nuovo membro di Idea Calabria, Carmela Bagnato, aver salutato i numerosi ospiti presenti in sala ed aver ringraziato il Presidente Raffa definendolo come “un uomo politico che, non solo non ha mai smesso di credere in noi, ma come sia stato l’unico che non ha mai usato noi giovani come slogan per le sue campagne elettorali e ci ha dato la possibilità di mettere al servizio dei territori le nostre idee ed i nostri progetti”, ha dichiarato: “Non fatevi abbindolare, la Costituzione non ha nulla che non va ne tantomeno il Paese ha bisogno di una nuova Costituzione ma piuttosto ha bisogno di gente onesta che la applichi!”