Referendum, Dieni: “Reggio Calabria dica No a Renzi e alle lobby”

referendum“Reggio Calabria e la sua provincia devono mandare un messaggio preciso a Renzi e al suo disastroso governo: la Costituzione e i diritti dei cittadini non si toccano”. È quanto afferma la deputata del M5S Federica Dieni, che domani parteciperà a un incontro a Mammola (ore 16, piazza Ferrari) per spiegare le ragioni del No alla riforma costituzionale. Al dibattito, moderato dal docente Giuseppe Fabio Auddino, prenderà parte anche l’avvocato Natalina Raffaelli. La deputata spiega: “Domenica prossima gli italiani e i calabresi saranno chiamati a esprimere un giudizio su una “schiforma” che rischia di stravolgere il nostro assetto istituzionale e di ridurre drasticamente i diritti fondamentali dei cittadini, tra cui quello di eleggere i propri rappresentanti in Senato. Se una tale modifica dovesse infine essere approvata, la nostra Repubblica abbandonerebbe il bicameralismo perfetto per abbracciare un bicameralismo confuso che, di fatto, consegnerebbe il Paese a un solo partito, il Pd del premier-segretario Renzi”. Il M5S – continua Dieni – ha girato in lungo e in largo l’Italia e l’Europa per mobilitare il popolo del No contro l’audace disegno delle lobby, delle multinazionali e delle banche d’affari. Tutti i poteri forti, responsabili della deriva morale e civile di questo Paese, sono per il Sì. Ecco perché la parte sana dell’Italia, quella che lavora, che produce, che paga le tasse, deve andare a votare per rispedire al mittente una riforma reazionaria che ci farebbe piombare nell’autocrazia”“Reggio e la sua provincia – conclude la parlamentare 5 stelle – non possono lasciarsi sfuggire l’occasione di dire No a una riforma e a un governo che mirano a distruggere le fondamenta di uno Stato democratico che non si fa dettare le regole dai potentati economici”.